menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Movida, nuove regole: locali chiusi all'una. Spazio commenti sul Web

Sono stati definiti i regolamenti per la movida e i servizi dell'infanzia. I locali dovranno garantire "decoro nel raggio di 10 metri", fornire bicchieri di plastica con il proprio logo e "abbellire" gli interni. Premi ai virtuosi

"Un modo per aprire le porte del Comune facendo in modo che i cittadini e le loro opinioni arrivino prima dell'approvazione in Consiglio di un regolamento, invece che venirne a conoscenza a cose fatte come è sempre stato". Così il sindaco Pizzarotti commenta le ultime novità che permettono ai cittadini di interagire con l'Amministrazione attraverso la nascita di una sezione dedicata, nel sito del Comune di Parma. Dopo aver effettuato il login, con i dati del documento di identità, sarà possibile accedere alla sezione "Discussioni" e oltre a indicare eventualmente il gradimento o meno, sarà possibile lasciare un commento premendo il tasto"proponi le tue modifiche".

REGOLAMENTO MOVIDA: LO SPAZIO COMMENTI

"Non vogliamo che tutto questo si riduca a un mi piace o un non mi piace, ma ci aspettiamo proposte costruttive motivate dai cittadini, il nostro scopo è migliorare la qualità dei servizi che offriamo alla cittadinanza".  Particolare importanza ai commenti dei cittadini verrà data dall'Amministrazione, secondo quanto sottolineato nel corso del consueto appuntamento con la stampa, nell'ottica di pensare eventualSono stati definiti i regolamenti per la movida e i servizi dell'infanzia. I locali dovranno garantire "decoro nel raggio di 10 metri", fornire bicchieri di plastica con il proprio logo e "abbellire" gli interniente anche a modifiche da apportare al regolamento prima del passaggio successivo nell'approvazione in Consiglio Comunale. Due i regolamenti presentati oggi dall'assessore Cristiano Casa e dal vicesindaco Nicoletta Paci. Si tratta della regolamento per la convivenza tra le funzioni residenziali e le attività di esercizio pubblico e svago nei centri urbani, e del regolamento per l'accesso ai servizi per la prima infanzia (0-3 anni), ai servizi per l'infanzia (3-6 anni), ai servizi integrativi e sperimentali (0-3 anni) e ai servizi estivi.

REGOLAMENTO INFANZIA: LO SPAZIO COMMENTI

REGOLAMENTO MOVIDA - Tutela della salute, lotta al degrado e tutela del rispetto e della vivibilità i principi su cui si basa il regolamento illustrato a grandi linee dall'assessore Casa, che ha sottolineato come sia importante raggiungere un equilibrio tra chi ha un'attività commerciale e ha il diritto di lavorare, chi vuole svagarsi e chi vuole vivere serenamente nel proprio quartiere. Il rgolamento è esteso a tutto il territorio comunale e rivolto a residenti, ai pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, alle attività commerciali, alle pizzerie d'asporto, ai kebab e ai circoli privati abilitati alla somministrazione. L'orario di chiusura dei locali dalla domenica al giovedì è fissato per le 24, mentre per prefestivi, venerdì e sabato all'1,00. Nessun limite di orario per i locali insonorizzati, che potranno anche tenere aperto 24 ore su 24, purchè all'interno del locale.

'LOTTA AL DEGRADO'. Tra le novità salienti quelle riguardanti la lotta al degrado, con responsabilizzazione dei fruitori e degli esercenti, questi ultimi dovranno garantire decoro nel raggio di 10 metri dal proprio locale, dovrà essere concessa la fruizione libera e gratuita dei servizi igienici, e soprattutto per i locali che vorranno somministrare da bere all'esterno del locale, dovranno usare bicchieri in plastica riutilizzabili con il logo del locale. Una cauzione di un euro a bicchiere ha la motivazione di favorire la riconsegna e evitare che sia gettato per terra, il logo permette di rintracciare il locale che non ha posto attenzione nel far applicare il regolamento. La tutela della salute uno degli intenti del regolamento, attraverso effetti come limitazioni nella vendita degli alcolici e la moderazione del volume della musica, oltre al coinvolgimento dei servizi sanitari di prevenzione e controlli delle dipendenze.

Sarà necessario che i locali si impegnino a sottoscrivere con il Comune almeno 3 dei punti maggiormente significativi del regolamento, come l'insonorizzazione del locale, l'assicurazione del libero passaggio nella sede stradale aperta al traffico entro 10 metri, il posizionamento di cestini o attrattori nei marciapiedi per limitare la presenza di persone nella carreggiata, che nel caso di via D'azeglio in più casi hanno ostacolato il passaggio di mezzi e ambulanze, l'apertura anche nelle ore diurne, il monitoraggio dell'inquinamento acustico, un punto wi-fi gratuito, l'abbellimento del locale con fioriere per contribuire al decoro, la messa a disposizione di spazi per esposizioni di quadri o spettacoli musicali.

PREMI AL LOCALI VIRTUOSI. Ai controlli necessari anche in collaborazione con le forze di polizia per verificare la reale attuazione del regolamento seguiranno anche premialità per i locali virtuosi. Tra i premi il prolungamento di un'ora di apertura del locale la sera, l'esenzione nel pagamento dell'occupazione del suolo pubblico con propri tavolini nella serata organizzata con chiusura della strada al traffico, la possibilità di disporre palchi o pedane per concerti davanti al proprio locale, per spettacoli tra le 20,00 e le 23,00, un logo di merito, da applicare sulle vetrine e on line sul sito del Comune. Tra le novità la possibilità di ottenere un'esenzione per l'occupazione del suolo pubblico nelle serate estive che il Comune intende organizzare in luoghi dal basso impatto acustico, ad esempio nei parchi. "Ciò che sentiamo spesso dire dai giovani è che Parma offre solo la movida, invece si potrebbero fornire alternative, ad esempio organizzando eventi in luoghi in cui non si crea disagio ai residenti. I locali potrebbero essere presenti con il proprio chiosco, e i virtuosi non pagherebbero l'occupazione del suolo".

REGOLAMENTO ACCESSO SERVIZI INFANZIA - 4 i capitoli di suddivisione del regolamento. Il primo riguarda i principi e le finalità, l'ambito di applicazione e le definizioni, oltre alle disposizioni comuni dei servizi per la prima infanzia e per l'infanzia. con riferimento ai crtieri per l'assegnazione del punteggio. In alcuni casi sono state apportate variazioni per l'assegnazione del punteggio, ad esempio sulla base della composizione del nucleo famigliare o sulla situazione lavorativa particolare dei genitori, o l'assegnazione di punteggi aggiuntivi. In passato erano erogati punti aggiuntivi per figli con genitore detenuto, ora vengono equiparati alla situazione famigliare monogenitoriale. Altra variazione riguarda i punti aggiuntivi conferiti da chi risiede da un certo numero di anni nel Comune di Parma, requisito ritenuto non più fondamentale per punti aggiuntivi, ha sottolineato Paci, in considerazione della presenza crescente di persone che arrivano a Parma da altre città per lavoro e non avendo magari una rete amicale o famigliare di riferimento per un aiuto, hanno ancor di più necessità di usufruire dei servizi. il secondo capitolo dedicato ai servizi dei nidi per l'infanzia, specificando requisiti di accesso, graduatoria, assegnazione posti,. Presi in esame, per il ser vizio scuole dell'infanzia, i centri giochi pomeridiani e l'assegnazione di posti in convenzione presso strutture private. I servizi estivi sono suddivisi in quelli dedicati alla prima infanzia e quelli per l'infanzia, a cui si aggiungono i servizi estivi per bambini dai 6 ai 14 anni. Altro capitolo dedicato ai controlli che l'Amministrazione potrà svolgere per verificare sulle domande presentate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento