Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Centro / Strada della Repubblica

No Tav, un attivista gravemente ferito: corteo spontaneo in centro

Gli attivisti e le attiviste del movimento parmigiano contro l'Alta Velocità hanno indetto un presidio davanti alla Prefettura: dopo un'ora è partita una manifestazione che ha bloccato il traffico in più punti

Si è concluso nei pressi della rotonda di Piazzale Santa Croce il corteo spontaneo nato in seguito al presidio convocato questo pomeriggio dal movimento No Tav parmigiano davanti alla Prefettura. Gli attivisti e le attiviste, circa 200, si sono ritrovati alle 18 davanti all'ufficio governativo per protestare contro il tentativo di sgombero della baita Clarea di questa mattina, che ha provocato il ferimento di grave di Luca, un attivista residente in Val Susa che si era arrampicato su un traliccio per opporsi agli espRopri.

Dopo circa quaranta minuti di presidio gli attivisti hanno bloccato il traffico in via Repubblica, di fronte alla Prefettura e sono rimasti in strada per circa venti minuti. Poi è partito un corteo spontaneo con canti e slogan che ha raggiunto Piazza Garibaldi e da lì via d'Azeglio, fermandosi e bloccando per qualche minuto il traffico sul Ponte di Mezzo. Nessuna tensione con le forze dell'ordine che hanno mantenuto un profilo basso: oltre alla Digos erano presenti solo alcune auto della Polizia Municipale. Buona la risposta dei cittadini che hanno preso i volantini e ascoltato gli interventi dei manifestanti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Tav, un attivista gravemente ferito: corteo spontaneo in centro

ParmaToday è in caricamento