Non Una di Memo: corteo femminista a Parma per l'otto marzo

La manifestazione partirà alle ore 17 da piazzale Santa Croce

L'8 marzo a Parma si terrà un corteo femminista, promosso dalla Rete Non Una Di Meno Parma, che aderisce allo sciopero globale in occasione della Giornata Internazionale della donna, insieme ad altri 40 Paesi nel mondo. La manifestazione partirà alle ore 17 da piazzale Santa Croce. 

LA NOTA DI 'NON UNA DI MENO PARMA' - "Un 8 marzo di lotta anche in Italia. La Rete Non Una Di Meno Parma aderisce allo sciopero globale in occasione della Giornata internazionale della donna insieme ad altri 40 Paesi nel mondo. L’8 marzo tornerà a essere un momento di mobilitazione femminista attraverso lo strumento dello sciopero generale, indetto ad oggi dalle sigle sindacali: Usi, Slai Cobas per il sindacato di Classe, Cobas, Confederazione dei Comitati di Base, Usb, Sial Cobas, Usi-Ait, Usb, Sgb, Flc Cgil, per garantire un’astensione reale dal lavoro produttivo e riproduttivo e il coinvolgimento delle donne dentro e fuori i luoghi di lavoro. Sciopero dai ruoli imposti dal genere, sciopero produttivo, sciopero contro la violenza culturale, economica, psicologica, fisica che ogni giorno subiamo sui nostri corpi.

“Se le nostre vite non valgono, allora ci fermiamo”

8 marzo 2017! Esattamente dopo 100 anni da quel 8 marzo del 1917 di Pietrogrado, Noi ritorniamo in strada e lo facciamo per riaffermare la nostra forza, il nostro esistere, la nostra voce, i nostri corpi.

Uno sciopero che ha nel piano femminista antiviolenza la sua piattaforma e il suo programma di lotta e di trasformazione scritto dal basso, motivo per il quale non veste bandiere politiche e vi aderiscono persone di ogni età a provenienza.

Lo sciopero e le iniziative programmate per la giornata dell’8 marzo in tutta Italia saranno presentate giovedì 2 marzo 2017 alle ore 11.30 in contemporanea nelle varie realtà territoriali.

Non Una Di Meno, che continua a lavorare ad un piano femminista contro la violenza maschile sulle donne e la violenza di genere, ha indicato 8 punti per l’8 marzo, per ribadire, anche attraverso lo sciopero, il rifiuto della violenza di genere in tutte le sue forme: oppressione, sfruttamento, sessismo, razzismo, omo e transfobia. Le donne, e non solo, scenderanno in strada ancora una volta in tutte le città italiane con cortei, assemblee nelle piazze, nelle scuole, negli ospedali, nelle università, per mostrare con forza che la violenza maschile contro le donne è una questione strutturale alla società, che attraversa ogni luogo, dalle case ai posti di lavoro, dagli ospedali alle università, dai media alle frontiere, e che in ogni luogo va contrastata.

L’8 marzo si interromperà quindi ogni attività produttiva e riproduttiva: la violenza maschile contro le donne non si combatte con l’inasprimento delle pene ‒ come l’ergastolo per gli autori dei femminicidi in discussione alla Camera ‒ ma con una trasformazione radicale della società.

Sarà una protesta attuata con modalità differenti, durerà 24 ore, i suoi colori saranno il nero e il fucsia e il simbolo la matrioska di Non Una Di Meno, esposta nei luoghi in cui le donne sciopereranno. Sarà inoltre realizzata a livello nazionale un’azione di twitter storm. Se le nostre vite non valgono, noi scioperiamo. #NonUnaDiMeno #LottoMarzo. La violenza in tutte le sue declinazioni è fenomeno strutturale e di controllo delle nostre vite e dei posti che abitiamo e viviamo.

8 marzo sarà sciopero globale delle donne! Non Una di Meno Parma sarà presente con un corteo che partirà da Piazzale Santacroce, concentramento dalle ore 17:00.

Dopo le mobilitazione di milioni di donne nelle piazze di tutto il mondo – Argentina, Turchia, Polonia, Germania, Italia, Brasile - il prossimo 8 marzo sarà giornata di lotta: sarà siopero globale delle donne. Lanciato dalle donne argentine con l’adesione di oltre 40 paesi al grido di “Se le nostre vite non valgono, non produciamo”.

“Ni una menos”: Unite per continuare a lottare! Sciopero dai ruoli imposti dal genere, sciopero produttivo, sciopero contro la violenza culturale, economica, psicologica, fisica, che ogni giorno subiamo sui nostri corpi. Sciopero contro la lesbofobia, la transfobia, l’omofobia, la bifobia e l’abilismo. Sciopero contro gli obiettori di coscienza. Sciopero contro la violenza di genere e del genere".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto a Varano dè Melegari, esce di strada con l'auto: muore 33enne

  • Venditti: "Ci hanno tolto la luce, abbiamo interrotto il concerto: imbarazzante"

  • Artigiano 35enne di Busseto stroncato da un malore in vacanza

  • "Quel medico ha cercato di infilarmi le mani sotto gli slip: ho rischiato di ferirmi con l'ago"

  • Sorbolo, pauroso frontale tra due auto in via Mantova: tre feriti gravi

  • Bomba d'acqua a Parma: allagamenti e disagi alla circolazione stradale

Torna su
ParmaToday è in caricamento