Prostituta uccisa, confessa un 55enne parmigiano: "Non volevo che andasse via"

Ana Maria Stativa, il cui cadavere è stato ritrovato a Bologna in via Varthem la sera del 25 marzo, sarebbe stata uccisa con una pistola per abbattere maiali con un colpo secco alla nuca

Un uomo italiano di 55 anni, originario di Parma, Francesco Serra, sarebbe, secondo quanto si apprende, stato fermato e indiziato di delitto, per l'uccisione di Ana Maria Stativa, giovane 30enne ritrovata cadavere ieri sera sabato 25 marzo in via Varthem a Bologna. L'uomo, portato in custodia dagli agenti della Squadra mobile e interrogato per ore dal Pm Ceroni, avrebbe confessato di aver ucciso la donna perché non voleva che tornasse in Romania per le vacanze di Pasqua. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus: le regioni ad alto rischio non riapriranno il 3 giugno

  • Paura in via Emilia Est: auto si ribalta alla rotonda e finisce nel parcheggio dell'Ovs

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

Torna su
ParmaToday è in caricamento