Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Uffici postali, Orlandini: "A qualcuno andrebbe tolto lo stipendio"

Sul suo profilo Facebook il consigliere provinciale del Pdl, dopo una lunga attesa al telefono senza risposta, se la prende con i lavoratori: "Affrontare il tema della selezione del personale"

Simone Orlandini, consigliere provinciale del Popolo delle Libertà, sul suo profilo Facebook protesta in merito alle disfunzioni degli uffici postali di Parma e sottolinea: "A qualcuno andrebbe ridotto o addirittura tolto lo stipendio". Il consigliere, dopo aver atteso al telefono senza ricevere risposta, se la prende con i lavoratori. "Necessario affrontare il tema della selezione del personale".

"Tre ore di attesa al telefono con Poste Italiane -scrive Orlandini sul suo profilo Facebook- presso due filiali di Parma, senza ricevere risposta. Semplicemente assurdo, in consiglio Provinciale avevamo discusso della problematica relativa alla chiusura di alcuni sportelli in Montagna per costi eccessivi per l'azienda, ritengo sia necessario, se Poste Italiane vuole ridurre i costi, affrontare il tema della selezione del personale, non della riduzione dei servizi a carico degli utenti. In tre ore non si è' degnato nessuno di rispondere al telefono, a qualcuno andrebbe ridotto o addirittura tolto lo stipendio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uffici postali, Orlandini: "A qualcuno andrebbe tolto lo stipendio"

ParmaToday è in caricamento