Ospedale 2115: concorso creativo per la sanità del futuro

Presentato questa mattina in Municipio il bando rivolto agli studenti di Parma e provincia. I ragazzi potranno presentare elaborati grafici e scritti. Il regolamento per partecipare è disponibile all'indirizzo https://www.ao.pr.it/creativita-originalita-e-fantasia-per-lospedale-del-futuro/

Presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa il concorso creativo rivolto ai giovani "L’ospedale del 2115”, in occasione del centenario della posa della prima pietra dell'Ospedale di Parma.

Il bando è stato lanciato dall'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, in collaborazione con Comune di Parma, Università degli Studi, Azienda Usl, Comitato consultivo misto e Ufficio scolastico provinciale, e punta a stimolare l'immaginazione sulla sanità del domani. 

Presenti alla conferenza stampa l’assessore Laura Maria Ferraris, il direttore dell'Azienda Ospedaliera Massimo Fabi, la  direttrice dell'Azienda AUSL Elena Saccenti, la Presidente del Comitato Consultivo Misto Maria Giovenzana  e il delegato dell'Ufficio Scolastico Provinciale Giovanni Zappia.

“Il tema è quanto mai stimolante – ha affermato l'assessore alla cultura Laura Maria Ferraris – perché ci proietta nel futuro e indica ai giovani una responsabilità da assumere per lo sviluppo di un servizio essenziale per la qualità della vita di tutti noi. Il Comune ha accettato volentieri la sfida dell'Azienda Ospedaliera, mettendo a disposizione i servizi bibliotecari, in particolare la Civica e la Pavese, per contribuire a realizzare l'iniziativa, coinvolgendo il sistema scolastico”. 

“Questa iniziativa -  ha spiegato Massimo Fabi –  Sarà un’occasione per concretizzare idee sull’Ospedale del futuro attraverso la realizzazione di disegni, rappresentazioni grafiche, creazioni multimediali e brevi narrazioni; e lo faremo attraverso gli occhi di una fascia di popolazione, i ragazzi di tutte le età,  che con la malattia ha per fortuna poco a che fare, libera dagli schemi mentali degli adulti, ricca di nuove energie, capace di proiettare  la percezione di oggi in immaginazione di un domani che, anche nella sanità, avanza ad ritmo tumultuoso”. 

“Il mondo sanitario – ha sottolineato Elena Saccenti – ha bisogno di aprirsi ai giovani per ricevere nuovi stimoli e far crescere il senso di comunità”

"Il concorso - spiegano dall’organizzazione del concorso -  raccoglie  disegni,  ideazioni  grafiche  o  multimediali,  brevi narrazioni di un ospedale del futuro, prevedibile o anche solo immaginabile, attraverso le quali i ragazzi sperimentano il loro essere parte di una comunità in cui possono esprimere le loro idee, i bisogni, i pensieri, da rielaborare in forma creativa.  Gli elaborati si possono inviare entro il 30 settembre 2016 e possono essere presentati da singoli, da gruppi o classi scolastiche suddivisi secondo le fasce d’età: 6 – 10 anni; 11 – 15 anni; oltre i 16 anni. 

Il concorso  premierà per ognuna delle 3 categorie, le proposte e le ideazioni più originali, curiose e interessanti, con un Notebook o un Tablet. 

L’ambito territoriale del concorso è la provincia di Parma. Potranno partecipare anche coloro non residenti che abbiano avuto un periodo di ricovero presso l’Ospedale Maggiore. 

L’iniziativa, che rientra nell’ambito delle celebrazione promosse per i 100 anni della fondazione dell’Ospedale Maggiore, è stata realizzata con il contributo di Fondazione Cariparma, Fondazione Monte di Parma e Unione Parmense degli Industriali. Ha il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca per la Regione Emilia-Romagna”

La commissione

La selezione degli elaborati è affidata ad una giuria con esperienza nei temi e nei diversi ambiti creativi: composta da Roberto Meli, Luca Ponzi e Corrado Vecchi. 

Roberto Meli - nato a Parma nel 1974, alterna il lavoro di insegnante, illustratore e disegnatore di fumetti in Italia e all'estero. Ha lavorato per Gazzetta di Parma, Rai Uno, MUP editore, Unimedia Group, Sonzogno, Carte Scoperte, Bonelli, Re Noir, Glénat. Alcuni sue tavole realizzate con il contributo dei suoi studenti sono esposte all’Ospedale dei Bambini “Pietro Barilla”.  

Luca Ponzi - vive a Fidenza, in provincia di Parma. Giornalista prima alla «Gazzetta di Parma», ora alla sede RAI, come inviato del Tg3 per l’Emilia-Romagna. E’ autore di ‘Mostri normali’ (Mursia) e ‘Cibo criminale’ (con Mara Monti, per Newton&Compton) e Il  passo lieve (MUP editore) che racconta l’esperienza degli hospice. 

Corrado Vecchi - nato a Parma nel 1958. Psicomotricista ed esperto in espressività e creatività infantile. Socio fondatore e Vice presidente della Coop. Soc. “Le Mani Parlanti” di Parma, che si occupa di servizi terapeutici ed educativi. Ideatore e Responsabile del progetto “GIOCAMICO” che realizza attività ludico-espressivo-relazionali e sostegno psicopedagogico nei reparti pediatrici dell’Azienda Ospedaliera dal 1992.

Modalità di partecipazione 

Tutte le informazioni sono disponibili nella home page del sito dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma:www.ao.pr.it e al indirizzo: https://www.ao.pr.it/creativita-originalita-e-fantasia-per-lospedale-del-futuro/

Per partecipare al concorso, gli elaborati devono essere presentati entro la mezzanotte del 30.09.2016,  tramite posta elettronica al seguente indirizzo mail 100anni@ao.pr.it;, tramite posta ordinaria a “CONCORSO L’Ospedale del 2115 – Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma - via Gramsci, 14 CAP 43126 Parma”, oppure per consegna diretta presso gli uffici dello Sviluppo Organizzativo – Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma - via Gramsci, 14.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • Tragico incidente a Castione Marchesi: muore un bimbo di tre anni

  • Fontanellato: 40enne morsa al polpaccio da una nutria

  • Maxi blitz di polizia, carabinieri e finanza: città al setaccio

Torna su
ParmaToday è in caricamento