menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La gestione del trauma toracico: convegno al Maggiore

Luminari italiani e stranieri a confronto: incontro promosso dall'Unità Operativa di Pronto Soccorso e Medicina d'Urgenza di Parma

Nelle società sviluppate i traumi costituiscono la principale causa di morte e di invalidità per la popolazione in età ancora pienamente produttiva. Il torace, sede di molti organi vitali, su tutti il cuore (ma anche aorta, grossi vasi, polmoni), rappresenta una sede particolarmente critica di traumatismo, che richiede per la gestione una équipe multispecialistica particolarmente addestrata. Attraverso il continuo miglioramento della preparazione del personale è possibile ridurre i tassi di mortalità e di invalidità, sia temporanea che permanente, delle persone coinvolte.

Sulla base di questo scenario i professionisti dell’unità operativa di Pronto soccorso e Medicina d’Urgenza dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma hanno inserito per l’edizione del Trauma management 2017 un intervento di formazione specifica sul tema, chiamando a raccolta professionisti italiani e stranieri con competenze specifiche nella gestione del trauma.

Al centro dell’incontro, curato dal direttore dell’unità operativa Gianfranco Cervellin e in programma per venerdì 7 aprile a partire dalle ore 9 presso la sala congressi dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma, sarà il trauma del torace.

Tra gli altri, saranno presenti Aleksandar Karamarkovic, dell’Università di Belgrado, Luca Ansaloni, direttore della Chirurgia d’Urgenza e del Trauma dell’Ospedale di Bergamo, Massimo Valentino, direttore della Radiologia del Friuli Nord e Osvaldo Chiara, direttore del Trauma Center dell'Ospedale Niguarda di Milano e indiscusso “guru” italiano della chirurgia dei traumi, nonché ospite abituale all’Unità operativa di Pronto soccorso e Medicina d’Urgenza dell’Ospedale di Parma.

Saranno inoltre coinvolti professionisti dell’Ospedale Maggiore tra i quali Fausto Catena, direttore della Chirurgia d’Urgenza, Cristina Rossi, direttore dell’Istituto di Scienze Radiologiche, Tiziano Gherli, direttore della Cardiochirurgia, Maria Luisa Caspani, direttore del 1° Servizio di Anestesia e Rianimazione, Michele Rusca, direttore della Chirurgia Toracica.

L’occasione inoltre sarà particolarmente gradita per il ritorno a Parma, in veste di relatori, di due professionisti precedentemente impegnati presso il nostro Pronto Soccorso e che ora dirigono, rispettivamente, i PS di La Spezia e Cosenza: Marcello Zinelli e Michele Mitaritonno. Oltre a questi, porteranno il loro contributo anche altri professionisti impegnati nel contrasto a questa complessa, grave e importante patologia che vede l’Ospedale di Parma schierato in prima fila, essendo uno dei tre Trauma Center della Regione Emilia Romagna.

Tra le Autorità che porteranno i saluti delle rispettive Istituzioni è attesa la presenza dell’Assessore regionale alle Politiche per la salute dott. Sergio Venturi.

Durante la giornata di studio, dedicata all’approfondimento a 360 gradi del paziente traumatizzato, saranno trattati i temi relativi alle tecniche di diagnosi, di terapia, di monitoraggio e di controllo del dolore, fino al trattamento chirurgico della lesione, quando necessario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento