menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Impianto eolico a Borgotaro, la Regione si oppone al ricorso dell'Eolica Parmense

Il sottosegretario alla Presidenza, Alfredo Bertelli ha risposto alla consigliera Gabriella Meo che in una interrogazione a risposta immediata in Aula aveva chiesto alla Regione di costituirsi davanti alla giustizia amministrativa

La Giunta regionale promuoverà opposizione (ex art. 10 del D.P.R. n.1119/1971) per chiedere che il ricorso al presidente della Repubblica promosso dall’Eolica Parmense sia deciso in sede giurisdizionale. Pertanto, se l’Eolica Parmense vorrà insistere nel ricorso dovrà precedere alla costituzione davanti al Tar dell’Emilia-Romagna.

Lo afferma il sottosegretario alla Presidenza, Alfredo Bertelli, rispondendo alla consigliera Gabriella Meo (Sel-Verdi) che in una interrogazione a risposta immediata in Aula aveva chiesto alla Regione di costituirsi davanti alla giustizia amministrativa per difendere i propri provvedimenti in materia di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, in particolare contro il ricorso presentato dall’azienda Eolica Parmense al capo dello Stato per chiedere l’annullamento della delibera provinciale di Parma e della normativa regionale.

“La questione – ricorda Meo– riguarda un progetto di impianto eolico nel Comune di Borgo Val di Taro; impianto che presenta elementi in palese contrasto con la deliberazione dell’Assemblea legislativa n.51/2011”.  Nella replica, Meo si è dichiarata soddisfatta della risposta. “La Regione- ha detto- ha fatto scelte precise in materia di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili. Un impianto, sotto le 1800 ore di produzione per 60 giorni all’anno, in una zona particolare del territorio, non si deve fare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento