Parma in Centro: "La disertificazione è colpa dell'amministrazione"

La protesta dei commercianti: "Ci stanno cacciando"

Una vetrofania che esporranno i commercianti nelle vetrine per continuare a farsi sentire dall’amministrazione comunale sempre più sorda. Una nuova iniziativa dopo la petizione Parma In Centro con la raccolta di oltre 2.700 firme che ad oggi l’amministrazione non ci ha degnato ancora di una risposta, e dopo la manifestazione Parma Sedotta e Abbandonata, oggi questa ulteriore iniziativa riscontrata una grande adesione da parte di molti commercianti del centro storico, ma già ha colto l’interesse di altre aree della città, come da parte degli amici del Manifesto per San Leonardo che erano presenti questa mattina.

Sono intervenuti il Vice Presidente del Comitato Parma in Centro Avv. Francesca Zanetti che ha presentato l’iniziativa, l’ex Assessore Giampaolo Lavagetto, la portavoce del Comitato Crisitna Menozzi e in rappresentanza dei commercianti Rosetta Montacchini. – “questa è la conseguenza del silenzio assordante che l’amministrazione continua ad avere nei confronti di un percorso iniziato – dichiara Francesca Zanetti - con tutta la buona volontà per stimolare l’amministrazione in positivo, con la Petizione Parma In Centro, dove stiamo aspettando ancora risposte, avendo anche stimolato il Prefetto affinché solleciti il Comune a darci risposta, e anche con la manifestazione Parma Sedotta e Abbandonata l’amministrazione tira dritto per la sua strada con azioni che mettono ulteriormente in crisi residenti e commercianti di questa area urbana del centro storico, senza far capire qual’è il disegno. Ma l’unica situazione reale è la continua desertificazione del centro e l’allontanamento dei residenti e commercianti con il rischio della morte economia e sociale di questo comparto. Per questo abbiamo pensato a questa vetrofania da esporre, per continuare a farci sentire” – conclude Zanetti.

Le dichiarazioni di Giampaolo Lavagetto – “invitiamo ulteriormente l’amministrazione a fermarsi e prendere atto degli errori che sta facendo, in politica la cosa più bella è ammettere gli errori e confrontarsi e andare avanti, facendoci capire qual è il progetto e l’obiettivo che l’amministrazione sta proseguendo.” Cristina Menozzi ringrazia della continua presenza e dello sforzo che ogni residente e commerciante sta compiendo e ricorda che questo Comitato è nato spontaneamente, inizialmente proprio per contrastare i lavori di via Mazzini, con il dispendio di denaro pubblico inutilmente. Conclude Rosetta Montacchini dicendo – “sono preoccupata perché l’amministrazione non ci ascolta, ma sono contenta che grazie al Comitato Parma in Centro commercianti e residenti sono tutti uniti sulle richeiste, e questo mi fa rimanere ottimista sul fatto che questa unione porti l’amministrazione a prendere atto che le cose vano cambiate.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la 38enne di Fontanellato colpita da un malore in acqua

  • Tragedia a Varano: 39enne muore schiacchiato dalla ruspa che stava conducendo

  • Annaffia i fiori e l'acqua finisce sul balcone di sotto: 53enne aggredisce il vicino con un grosso machete

  • Abusi sessuali nei confronti di un bambino di 11 anni: arrestato 37enne

  • La parmigiana Erica Talco torna a 'Uomini e donne'

  • Roccabianca: scoperte due concessionarie abusive di auto

Torna su
ParmaToday è in caricamento