menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma Quality Restaurants per Fiorente Onlus, donati oltre 4,5 mila euro

La cifra è stata raccolta durante la serata solidale, organizzata dal consorzio dei ristoratori

Nata da quasi un anno, la collaborazione tra il Consorzio Parma Quality Restaurants e la coop Fiorente Onlus non smette di regalare emozioni ai ristoratori parmigiani e agli operatori e ragazzi che frequentano i centri diurno della cooperativa sociale. A dimostrazione che le buone idee e la voglia di crescere insieme possono contribuire realmente a migliore la vita di tutti. Quale ottimo esempio, quindi, se non la consegna di un assegno di oltre 4,5mila euro alla Fiorente da parte del Parma Quality Restaurants, avvenuta qualche settimana fa in piazza Garibaldi. Un gesto importante che contribuisce a sostenere la cooperativa che da anni opera sul nostro territorio e che è diventata nel tempo un punto di riferimento per molte famiglie. La cifra donata è frutto della cena solidale organizzata a gennaio dal Consorzio di ristoratori al Circolo Inzani di Moletolo, durante la quale i ragazzi della Fiorente hanno partecipato attivamente, affiancando gli chef in cucina e il personale nel servizio di sala. Una serata molto partecipata dai parmigiani che hanno potuto apprezzare l’impegno dei ragazzi nel contribuire alla buona riuscita dell’iniziativa e verificare il positivo impatto sociale e relazionale che la cucina può avere nella crescita di ogni individuo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, 76 nuovi casi e 3 morti

  • Cronaca

    Covid: a Parma e provincia riaprirà un ristorante su due

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per i genitori dei minori disabili

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento