Cassa integrazione, accordo per gli anticipi. Bernazzoli: "Segnale di coesione"

Firmato stamane in Provincia un accordo promosso da Camera Commercio, associazioni di categoria, sindacati, Unicredit e Credit Agricole per permettere ai lavoratori di accedere in anticipo alle indennità della cassa integrazione senza interessi

Firma protocollo d'Intesa in Provincia

Un segnale forte di coesione sociale per quanti vivono in situazioni difficili con la perdita del lavoro e i contraccolpi psicologici e sociali che derivano dall'accesso non immediato delle indennità. Dal presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli la sintesi del significato dell'accordo raggiunto con un protocollo d'intesa per anticipare le somme degli ammortizzatori sociali ai lavoratori in cassa integrazione sottoscritto da Provincia, Camera di Commercio, Unicredit, Cariparma Credit Agricole, le associazioni di categoria Upi, Apla, Cna, Gia, Confesercenti, Ascom, Confcooperative, Lega Coop e le sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil. L'intento è quello di permettere ai richiedenti l'accesso ai servizi di anticipazione sociale monitorandone le procedure.

GLI AVENTI DIRITTO E LE MODALITA' DI ACCESSO - Con l'accordo i lavoratori dal 1 gennaio 2013 posti in cassa integrazione, in mobilità o con contratto di solidarietà difensivo, potranno accedere in anticipo e senza interessi alle indennità previste. Gli importi non saranno soggetti a interessi nè a spese di apertura, gestione e chiusura del conto salvo eventuali spese di bollo, e dovranno corrispondere agli importi spettanti dall'Inps al lavoratore sull'integrazione o l'indennità di mobilità per un tetto massimo mensile di 750 euro erogabili sino a 9 mesi per cassa integrazione straordinaria o contratto di solidarietà, 6 mesi per cassa integrazione ordinaria in regime ordinario o in deroga, 4 mesi per cassa integrazione straordinaria in deroga, mobilità in deroga, mobilità collettiva in regime ordinario, cassa integrazione ordinaria o cassa integrazione in edilizia per evento riconducibile a cause atmosferiche straordinarie di marzo aprile scorsi. Per accedere sarà sufficiente che il lavoratore si rechi agli sportelli di Unicredit o Cariparma Credit Agricole con il cedolino paga con le ore di sospensione registrate per ogni mensilità, sarà aperto un conto corrente ricevendo finanziamenti individuali dopo la valutazione del merito del credito del richiedente e entro i limiti stabiliti. il credito non sarà più erogato nel momento in cui l'Inps avvierà il versamento al lavoratore, poi l'istituto di credito tratterrà le somme provenienti dall'Inps sino ad azzerare il credito già versato anticipatamente.

LA SITUAZIONE DEL TERRITORIO - Dati allarmanti quelli sottolineati dall'assessore provinciale Manuela Amoretti: "E' un accordo figlio di una situazione difficile, nel 2012 il ricorso agli ammortizzatori sociali è aumentato del 21%. Da dicembre 2012 l'Inps non può più anticipare le somme per gli ammortizzatori in deroga, le aziende in crisi non sono più in grado di anticipare le somme e cresce il numero delle famiglie in difficoltà. Nel nostro territorio c'è un aumento del ricorso alla mobilità e in provincia la disoccupazione giovanile è aumentata del 21%". Davanti a una situazione del genere occorre trovare misure adeguate per fare sistema non più solo a parole ma con i fatti, sottolinea Andrea Zanlari, presidente della Camera di Commercio: "Se pensiamo a una rinascita dobbiamo contare anzitutto sul sistema creditizio, nonostante le polemiche e le difficoltà, il sistema bancario è comunque fondamentale per la crescita economica e questo accordo è un primo passo avanti, il seme di una maniera di riprendersi dalla crisi attraverso la sussidiarietà e in favore di una maggiore coesione sociale". Un importante segno di vicinanza al territorio, sottolinea Enrico Batini, vice Area Manager di Parma dell'Unicredit, "dimostrazione del fatto che lavorando insieme è possibile trovare accordi importanti per dare respiro al territorio". "E' arrivato il momento di pensare davvero di fare sistema - commenta Marco Dell'Otti, Cariparma Credit Agricole - anche attraverso scelte come queste, con un fine sociale e etico, questo è solo l'inizio di un percorso mirato a non lasciare solo il lavoratore e le famiglie in difficoltà del nostro territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento