menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riassetto delle Province, Pizzarotti: "Non frazioniamoci nelle classiche logiche di partito"

In Provincia presentato questa mattina il nuovo assetto dell’Ente che a ottobre andrà a elezioni, con illustrazione sullo stato dell’arte e su ciò che riguarda l’iter di presentazione dei candidati Presidenti e delle liste

In Provincia presentato questa mattina il nuovo assetto dell’Ente che a ottobre andrà a elezioni, con illustrazione sullo stato dell’arte e su ciò che riguarda l’iter di presentazione dei candidati Presidenti e delle liste. Tra i sindaci era presente anche Pizzarotti, che al termine dell’incontro illustrativo ha richiesto un momento di dibattito e di confronto per discutere sul futuro del Consiglio Provinciale e della nuova Assemblea dei Sindaci. 

“Il mio parere è che non importa chi sarà il futuro Presidente – ha spiegato a chiusura del dibattito -, ma che cosa vogliamo esprimere come Provincia, come territorio e come assemblea dei sindaci. Ai colleghi ho chiesto di non frazionarci sulle classiche logiche di partito, dividendoci in liste o spartendoci ruoli sulla base del nostro colore politico. Al contrario può essere fatta una lista unica in grado di rappresentare il territorio nel suo complesso, dalla montagna alla bassa, per valorizzare le specificità di ognuno, rilanciare il turismo salvaguardando i nostri prodotti tipici, la storia e la cultura. L’obiettivo non deve essere quello di mettere la bandierina di questo partito o di quel movimento sulla Provincia. Il periodo storico non è difficile soltanto per i Comuni ma anche per le Province: questa è l’occasione per dimostrare unità e competenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento