rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Cronaca

Public Money shock, Villani aveva in casa i conti bancari di Laguardia

A dirlo è stato oggi lo stesso procuratore capo, che si è dichiarato "molto sorpreso del ritrovamento". Sarà aperto un nuovo fascicolo d'inchiesta specifico da un'altra Procura. Erano nascosti in un cassetto

Sono spuntate delle copie degli estratti conti bancari del procuratore capo Gerardo Laguardia fra le carte sequestrate nell'abitazione del consigliere regionale Pdl Luigi Giuseppe Villani, arrestato mercoledì nell'ambito dell'inchiesta parmigiana 'Public Money'. A dirlo è stato oggi lo stesso procuratore capo, che si è dichiarato "molto sorpreso del ritrovamento". Sarà aperto un nuovo fascicolo d'inchiesta specifico da un'altra Procura. Le fotocopie degli estratti conto erano nascosti in un cassetto dell'abitazione perquisita dagli agenti della Guardia di Finanza.

Perchè il consigliere del Pdl nonché vicepresidente di Iren avrebbe dovuto conservare con tanta cura gli estratti conto del procuratore capo che a suon di ricorsi cerca di far luce sul progetto del termovalorizzatore ed è protagonista delle ultime inchieste su corruzione e politica a Parma? Laguardia come sempre ermetico nelle proprie dichiarazioni afferma di “non potere indagare su questa vicenda” in quanto la sua posizione è, attualmente, quella di “parte lesa. E poi la competenza sarebbe di Ancona, non di Parma”. Maggiori dettagli emergeranno sicuramente nel corso degli interrogatori di domani in cui Villani verrà ascoltato insieme a Costa e Buzzi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Public Money shock, Villani aveva in casa i conti bancari di Laguardia

ParmaToday è in caricamento