rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Cronaca

Quarta dose, l'Ausl agli anziani: “Serve la prenotazione per non rischiare inutili attese sotto il sole”

Agli ultra sessant’anni si raccomanda di prenotarsi a numero verde, CupWeb o sportelli Cup. Gli over 12enni in condizioni di elevata fragilità invece sono contattati dagli operatori sanitari

Chiediamo a tutti coloro che sono ammessi alla vaccinazione con quarta dose di non venire direttamente ai centri vaccinali ma di rispettare le modalità previste: è necessario infatti prenotarsi ai consueti canali”. E’ questa la richiesta del direttore del Dipartimento di sanità pubblica dell’Azienda Usl di Parma, Paolo Cozzolino, alla fascia di popolazione che può effettuare la quarta dose del vaccino anti covid-19, vale a dire tutte le persone dai 60 anni in su. “Stanno aumentando le persone che si presentano ai centri vaccinali senza prenotazione: soprattutto in questi giorni di grande caldo e soprattutto quando si tratta di anziani, chi arriva senza appuntamento può dover aspettare inutilmente in fila sotto il sole, rischiando così altri problemi di salute”, avverte Cozzolino.

Si ricorda che la quarta dose è somministrata per tutti dopo un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla prima dose di richiamo vaccinale o dall’ultima infezione successiva al richiamo (data del test diagnostico positivo).

E’ utile che si prenotino anche le persone ultra 80enni, per le quali rimane comunque la possibilità di vaccinarsi presentandosi direttamente ai centri.

 COME PRENOTARSI

Gli over 60enni possono vaccinarsi con la quarta dose su prenotazione, utilizzando gli abituali servizi delle Aziende sanitarie di Parma: il numero verde 800608062 (attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 16), gli sportelli CUP dell’Azienda Usl (escluse le farmacie) oppure con Cupweb, tramite il Fascicolo sanitario elettronico. Le persone fragili per patologie concomitanti con più di 12 anni riceveranno con contatto attivo (chiamata o SMS) dall’Azienda Usl le indicazioni per prenotarsi, oppure possono presentarsi direttamente, quindi senza appuntamento, nei centri vaccinali Ausl nei giorni e orari di apertura indicati nel sito www.ausl.pr.it cliccando nella sezione “Vaccinazioni anti covid 19 – Info e prenotazioni”. Per le persone fragili, che accedono direttamente alla vaccinazione, quindi senza prenotazione, è necessario portare con sé il giorno del vaccino il modulo che attesti la propria condizione di fragilità (scaricabile dal sito www.ausl.pr.it) da parte del medico specialista, del pediatra o del medico di famiglia.

DOVE VACCINARSI

La somministrazioni sono assicurate nei quattro centri vaccinali dell’Azienda Usl: a Parma all’hub vaccinale dell’ex centro stampa di Gazzetta di Parma in via Mantova, a Langhirano alla Casa della Salute in via Roma, a Fidenza all’Ospedale di Vaio in via Don Tincati e a Borgotaro alla sede Avis in via Stradella. Il giorno della somministrazione è necessario portare, oltre al documento di identità, il modulo di anamnesi e il consenso informato, entrambi compilati e firmati (per i minorenni da entrambi i genitori), che sono disponibili nel sito www.ausl.pr.it nella sezione “Vaccinazioni anti-covid 19 – Info e prenotazioni”. Si ricorda di consultare il sito www.ausl.pr.it per verificare giorni e orari di apertura dei centri vaccinali.

ANCHE A DOMICILIO

Per chi non è in grado di raggiungere le sedi vaccinali, in quanto non trasportabile per motivi di salute, la vaccinazione è garantita al domicilio, quindi a casa o nella struttura sanitaria e socio-sanitaria. E’ il medico di famiglia che segnala all’Azienda Usl la condizione di non trasportabilità. Le vaccinazioni a domicilio sono garantite dai medici di famiglia che hanno rinnovato disponibilità alla collaborazione e dai medici ex USCA (Unità straordinaria di continuità assistenziale, per i quali è in fase di perfezionamento la proroga delle loro attività, compresa quella vaccinale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quarta dose, l'Ausl agli anziani: “Serve la prenotazione per non rischiare inutili attese sotto il sole”

ParmaToday è in caricamento