Cronaca Fidenza

Ragazzi giocano a pallone, lui li rimprovera e viene aggredito: ferito in ospedale

L'episodio è avvenuto all'interno del parco Matteotti a Fidenza: l'uomo è stato gettato a terra ed ha riportato una ferita alla testa

Stavano giocando a pallone all'interno del parco Matteotti di Fidenza ma con le pallonate disturbarvano le altre persone presenti all'interno dell'area verde. Un uomo, residente a Fidenza, ha fatto notare ai ragazzi il loro comportamento molesto ed ha chiesto di smettere. Un gruppo di cinque adolescenti, tra i 14 e i 15 anni, che si trovava nel pomeriggio di ieri 8 marzo - verso le ore 18 - all'interno del parco si è reso protagonista di un gravissimo episodio: secondo la ricostruzione degli inquirenti e dei numerosi testimoni presenti infatti i ragazzi avrebbero aggredito l'uomo, dopo averlo insultato.

Lo avrebbero poi strattonato e buttato a terra, procurandogli una ferita alla testa e altre escoriazioni. La vittima è stata soccorsa da due automobilisti che lo hanno accompagnato alla reception del Comune: da qui il personale ha subito chiamato il 118. Sul posto sono arrivati i carabinieri: i ragazzi erano già scappati. I militari hanno avviato le indagini, in collaborazione con la polizia Locale, che ha acquisito le immagini delle videosorveglianza. L'episodio è avvenuto sotto le telecamere e alla presenza di diversi testimoni. 

Il sindaco di Fidenza Andrea Massari ha parlato con l'uomo aggredito. "Sono stato informato subito e mentre gli uffici chiamavano 118 e carabinieri ho parlato con questa persona. Mi ha spiegato che si trattava di un gruppetto di giovani ben vestiti che si sono dileguati velocemente. Ho ringraziato il nostro concittadino per il senso civico dimostrato, unitamente ai due soccorritori che si sono spesi. Con lui ho atteso l'arrivo dell’ambulanza e dei carabinieri.

"Il gruppetto di giovani violenti - prosegue il primo cittadino che si appella ai fideunantini testimoni dell'episodio - è scappato subito dopo l’aggressione, perché i cialtroni non hanno età ma esibiscono sempre lo stesso comportamento: scappano. Attaccano e scappano sperando di non essere beccati. Cialtroni e poco furbi, dal momento che hanno compiuto la loro eroica impresa in mezzo a tanti testimoni e in una zona triangolata da videosorveglianza. Per inciso, la Polizia Locale è già al lavoro sui filmati".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzi giocano a pallone, lui li rimprovera e viene aggredito: ferito in ospedale

ParmaToday è in caricamento