rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Cronaca

Rapina in un cortile di via Parigi: due arresti. Uno dei complici bloccato dai passanti

Operazione congiunta di polizia e carabinieri

Due arresti per rapina aggravata in un'abitazione di via Parigi. Uno dei complici è stato immediatamente bloccato dai passanti, l'altro dalla polizia mentre stava fuggendo.

I fatti: nel tardo pomeriggio di ieri, il personale delle Volanti della polizia, insieme ai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile, hanno portato a termine un’azione congiunta conclusasi con questo duplice arresto per il reato di tentata rapina aggravata in abitazione, con la denuncia per i reati di possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli, porto di armi o oggetti atti a offendere e violazione del divieto di possedere o utilizzare qualsiasi apparato di comunicazione, nonché con la sanzione che punisce l’uso personale di sostanze stupefacenti.

L’operazione ha preso le mosse dalle varie chiamate giunte, in pochi minuti, alle Sale operative di Questura e Carabinieri. Veniva segnalata la presenza in via Parigi di un uomo, che, in quanto presunto autore di una rapina in abitazione insieme a un altro uomo che nel frattempo era riuscito a fuggire, era stato bloccato dai passanti.

Ricevuta la segnalazione, le pattuglie sono state inviate, da ciascuna Sala operativa, immediatamente sul posto, dove i carabinieri hanno provveduto a bloccare l’uomo, a identificarlo per un 53enne italiano, gravato da precedenti penali per reati contro il patrimonio, e a sottoporlo a perquisizione personale, mentre la pattuglia della polizia si è messa a caccia dell’altro complice, individuato e bloccato qualche minuto dopo.

Quest’ultimo è stato immediatamente identificato per un cittadino albanese di 31 anni, gravato da precedenti penali per reati contro la persona e contro il patrimonio e attualmente sottoposto alla misura alternativa alla detenzione dell’affidamento in prova al servizio sociale, nonché al provvedimento di divieto, emesso dal Questore di Parma, di possesso e utilizzo di qualsivoglia mezzo di comunicazione. La vittima della rapina, a quel punto, riconosciuto l'albanese quale complice del reato, ha dichiarato di aver sorpreso entrambi gli uomini nel cortile della propria abitazione mentre stavano per rubargli uno scooter.

I due sono quindi stati arrestati e sottoposti a perquisizione personale. Sono stati trovati in possesso: uno, di un coltello da cucina, mentre l’altro, l’albanese di 31 anni, di 1,4 grammi di cocaina e 2 cellulari nonostante il divieto esistente a suo carico, e di una chiave di una auto parcheggiata nelle vicinanze al luogo del fatto, all’interno della quale sono stati rinvenuti numerosi oggetti atti all’effrazione, quali: pinze, cacciaviti e seghetti vari che sono stati sottoposti a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in un cortile di via Parigi: due arresti. Uno dei complici bloccato dai passanti

ParmaToday è in caricamento