Rapina un 67enne in stazione, poi tenta di accoltellare carabinieri e polizia: 30enne arrestato

Prima ha spintonato un pensionato appena sceso dal treno, poi ha cercato di sfilare la pistola ad un carabiniere ed ha estratto un coltello: immobilizzato è stato arrestato ed ha danneggiato la camera di sicurezza. Si cerca la complice del rapinatore, che ha preso i 650 euro della vittima

Prima ha rapinato, spintonandolo a terra e con l'aiuto di una complice che è riuscita a fuggire, un pensionato 67enne in stazione, poi ha opposto resistenza all'arresto da parte dei carabinieri, ha cercato di aggredirli fisicamente, ha tentato di rubare la pistola ad un militare ed infine, quando sul posto erano giunti anche i poliziotti delle volanti in supporto ai carabinieri, ha cercato di accoltellare, prima un poliziotto e poi un carabiniere. L'episodio si è verificato nella serata di ieri, mercoledì 25 ottobre presso la stazione ferroviaria, verso le ore 23.30: il protagonista della vicenda, un 30enne, è stato con molto difficoltà caricato in auto ed arrestato. Durante la notte ha anche danneggiato la camera di sicurezza della caserma di via delle fonderie, dove è stato rinchiuso in attesa del processo per direttissima.

Circondato, spintonato e rapinato

La vittima della rapina è un 67enne che aveva con sè, nel portafoglio, la propria pensione d'anzianità: era appena sceso da un treno e si stava per recare presso la sua abitazione a Parma. L'uomo non ha fatto in tempo a rendersi conto della situazione quando due persone, un uomo e una donna, lo hanno avvicinato: mentre l'uomo - il 30enne finito in manette- lo spintonava facendolo cadere a terra la donna riusciva a prendergli il portafoglio, all'interno del quale erano custoditi 650 euro, l'importo della pensione appena ritirata.

Cerca di sfilare la pistola a un carabiniere

L'anziano è caduto a terra; un passante lo ha soccorso ed ha chiamato i carabinieri. Giunti sul posto i militari stavano raccogliendo la testimonianza dell'uomo quando la vittima ha riconosciuto il suo aggressore, che stava passando proprio in stazione. I militari hanno seguito l'uomo indicato, che si è rifugiato nei garage sotterranei della stazione, che sono senza uscita. Il 30enne ha cercato di scappare poi, vistosi braccato, ha cercato di aggredire i militari che non riuscivano a bloccarlo. In questo frangente ha anche cercato, senza riuscirci, di sfilare la pistola ad un carabiniere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tentativo di accoltellamento

La situazione era particolarmente complicata da gestire anche perchè il rapinatore era di una certa stazza e palestrato: così i carabinieri hanno chiesto un rinforzo ad un altra pattuglia e ai poliziotti delle volanti. Le forze dell'ordine hanno tentato di bloccare l'uomo, che continuava a mettere in atto comportamenti violenti. Quando ormai sembrava sul punto di arrendersi ha estratto un coltello di 7 centimetri, con il quale ha cercato di accoltellare, prima un poliziotto e poi un carabiniere. In entrambi i casi non è riuscito a colpire con i fendenti i due appartenenti alle forze dell'ordine; dopo un pò di tempo è stato immobilizzato e fatto salire in macchina. Portato nella caserma di via delle Fonderie per tutta la notte ha danneggiato le strutture interne della 'cella': oggi verrà celebrato il processo per direttissima. Il 30enne è accusato di rapina aggravata e resistenza a pubblico ufficiale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus: le regioni ad alto rischio non riapriranno il 3 giugno

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

Torna su
ParmaToday è in caricamento