menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentata rapina in stazione: arrestato pluripregiudicato tunisino

I fatti sono avvenuti il 21 gennaio scorso. A subire il tentativo di rapina un uomo che viaggiava di notte verso Modena. A risolvere il rompicapo degli alias la polizia che ha notificato l'ordinanza di arresti al rapinatore già in carcere

Arrestato per una tentata rapina in stazione un cittadino tunisino H. M., pluripregiudicato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, rapina, false attestazioni sull’identità personale, lesioni personali  e possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere resistenza a Pubblico Ufficiale e non in regola con le norme sul soggiorno. L'uomo aveva tentato di sottrarre il portafoglio a un viaggiatore il 21 gennaio scorso alle 2 di notte. Sul posto erano intervenuto gli agenti delle volanti della questura che hanno raccolto la testimonianza della vittima. L'uomo aveva riferito che mentre si trovava all’interno della stazione ferroviaria, in attesa del treno per fare rientro a Modena, era stato avvicinato da un cittadino magrebino che gli aveva chiesto della moneta. 

VIDEO

A quel punto la vittima gli aveva offerto un caffè al distributore automatico ed il magrebino si era allontanato. Dopo qualche minuto il magrebino, con la scusa di chiedere un’informazione si era avvicinato nuovamente alla vittima e lo aveva spintonato contro un muro tentando di sfilargli il portafoglio dalla tasca dei pantaloni. La vittima aveva opposto una forte resistenza riuscendo con non poca fatica a divincolarsi ed a fuggire urlando, inseguito dal rapinatore.

Le urla dell'uomo avevano l’attenzione di una guardia giurata presente nella stazione ferroviaria per chiudere gli accessi. Il magrebino, vista la presenza della guardia, era fuggito verso i viali del sottopasso senza riuscire a sottrarre il denaro alla vittima. Le immediate ricerche del cittadino magrebino non avevano dato però frutti, ma gli investigatori della sezione antirapine della squadra mobile avevano acquisito dalla polizia ferroviaria le immagini delle telecamere che avevano ripreso la scena. Dalla visione delle registrazioni, gli investigatori avevano riconosciuto M. H. e dopo pochi giorni lo avevano rintracciato in centro. L'uomo quindi era stato accompagnato in Questura e  fotosegnalato, in quell'occasione gli agenti avevano anche notato che M. H. indossava le stesse scarpe del rapinatore della stazione. In seguito anche la vittima, convocata presso gli uffici della mobile dove aveva sporto denuncia. In seguito, dopo aver visionato con attenzione un fascicolo fotografico nel quale è stata inserita la foto segnaletica di M. H. l'uomo lo ha riconosciuto con assoluta certezza. Il cittadino tunisino é stato quindi indagato in stato di libertà  per il reato di tentata rapina.

I giorni scorsi il GIP ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dell'indagato. Gli investigatori della sezione antirapine, constatato che questo non risultava essere più presente nelle zone da lui solitamente  frequentate, ha effettuato una verifica sugli stranieri recentemente arrestati constatando che, il 29 marzo un uomo, E. M., di origini tunisine era stato per aver rapinato un ragazzino del telefono cellulare. Essendo M. H. solito fornire false generalità, gli agenti hanno scoperto che si trattava della stessa persona grazie alle foto segnaletiche e gli hanno notificato l'ordinanza nel carcere di via Burla. La visione delle immagini ha inoltre confermato la dinamica della tentata rapina, come descritta dalla vittima. Gli agenti hanno anche notato che il rapinatore era tornato dalla vittima insieme con un secondo soggetto di origini africane, il quale però non aveva partecipato al tentativo di rapina ma comunque era fuggito anch’esso all’arrivo della guardia giurata.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento