menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi a Repubblica Parma, la proprietà annuncia la chiusura il primo aprile

Solidarietà da tutta la redazione di Parmatoday ai colleghi

L'informazione locale potrebbe perdere una delle sue realtà più importanti. La proprietà di Repubblica ha comunicato la chiusura dell'edizione online di Parma a partire dal primo aprile. La comunicazione è avvenuta il 6 febbraio. Pubblichiamo i comunicati del Cdr di Repubblica e dell'Aser. Solidarietà ai colleghi di Repubblica da parte di tutta la redazione di Parmatoday. 

Cdr Repubblica - ll Cdr, dopo la presa di posizione sulla chiusura della redazione di Parma e fatto proprio il documento dei fiduciari, ha chiesto un incontro urgente all'azienda da tenere nella giornata di domani, giovedì, ribadendo la contrarietà a una decisione univoca, mai comunicata al Cdr prima di martedì e mai sollevata in due mesi di trattative per la stesura del piano di risparmi. Indipendentemente dall'esito della trattativa, viene convocata una assemblea urgente della redazione per domani, giovedì 9.

Aser - Sarà un primo aprile tutt’altro che allegro per i giornalisti della sede di Parma de La Repubblica. L’azienda ha infatti comunicato al Comitato di redazione che in quella data chiuderanno la redazione e la relativa edizione online del quotidiano. Una decisione che lascia perplessi sia il Cdr che i giornalisti, che dopo il piano di risparmi votato dalla redazione chiedono conseguenti strategie di investimento.

E se il Cdr esprime «perplessità per una scelta che lancia un segnale negativo sia verso l'interno del gruppo, ma soprattutto verso l'esterno», la presidente dell’Associazione Stampa dell’Emilia Romagna, Serena Bersani commenta: «Grave è la volontà espressa dall’azienda di abbandonare l’informazione sulla piazza di Parma, tra l’altro proprio alla vigilia di elezioni amministrative che potranno rivelarsi strategiche nell’assetto politico nazionale. Ma ancora più grave del depauperamento informativo è quello professionale e umano: il sito di Repubblica Parma è gestito da oltre otto anni da giornalisti in condizione di assoluta precarietà, che ora rischiano di essere gli unici a pagare al termine di una stagione che ha visto solo tagli, nessun investimento e nessuna strategia».

Il Comitato di redazione lamenta poi che il progetto, pur avendo dimostrato negli anni di funzionare bene, non è stato adeguatamente supportato a livello commerciale. E incalza: «Nel momento in cui il giornalismo locale dimostra di saper reagire positivamente alla crisi che altrove colpisce il mondo dell'editoria decidere una ritirata in un'area economicamente avanzata del paese appare come un errore poco comprensibile».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Attualità

Cgil: assemblea per far ottenere i rimborsi ai rider

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Approvato il decreto: coprifuoco alle 22 fino al 1 giugno

  • Sport

    L'ennesima rimonta avvicina il Parma alla Serie B

  • Cronaca

    Covid: 67 nuovi casi e 3 morti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento