menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Concluso il restauro della torre campanaria di San Paolo

Concluso il restauro della torre campanaria di San Paolo, prosegue il recupero dell'ex complesso conventuale. 
Parma, 22 dicembre 2016. Si sono conclusi i lavori di restauro conservativo e messa in sicurezza della torre campanaria di San Paolo, promossi dall'assessorato ai lavori pubblici del Comune di Parma, nell'ambito degli interventi di riqualificazione e valorizzazione volti a riportare il complesso di San Paolo a nuova vita.
Il restauro della torre campanaria dell'ex convento è avvenuto grazie all'importante contributo di Fondazione Monte Parma, che ha messo a disposizione del Comune 250.000 euro necessari per le opere di restauro, che hanno avuto un costo complessivo di 447.000 euro. 
Al taglio del nastro, preceduto dalla deposizione di una corona al Monumento ai Caduti e seguito dalla scopertura della targa, che testimonia l'importante contributo di Fondazione Monte Parma, sono intervenuti il sindaco Federico Pizzarotti, il presidente della Fondazione Monte Parma, Roberto Delsignore,  l'assessore alla cultura, Laura Maria Ferraris e l'assessore ai lavori pubblici Michele Alinovi.
“Riportiamo oggi a nuova luce – ha esordito il Sindaco – la torre campanaria, parte del significativo complesso di San Paolo che vogliamo restituire alla città completamente riqualificato. Un complesso che è un luogo simbolico della nostra città e che merita  di essere valorizzato dal punto di vista strutturale e qualitativo. Un ulteriore pezzo prezioso della città di cui possiamo riappropriarci per godere della sua bellezza”.
“Siamo molto soddisfatti – ha detto  il presidente della Fondazione Monte Parma Roberto Delsignore – di aver contribuito al recupero di un edificio che ha una grande importanza e un sentito valore per la città: la torre ora è restituita in tutto il suo splendore ai cittadini parmigiani e ai tanti turisti che spesso ospitiamo sul nostro territorio”.
“Anche il Monumento ai Caduti, molto caro alla nostra città – ha sottolineato l'assessore alla Cultura Laura Maria Ferraris, nel ringraziare il significativo apporto di Fondazione Monte Parma – è stato restaurato e si tratta di un recupero importante, per quello che questo luogo rappresenta per Parma e per i valori di civiltà e solidarietà che ci ricorda”.
“Oggi presentiamo la fine dei lavori di restauro dell'unica torre civica del Comune di Parma, situata su uno degli assi principali della città – ha spiegato l'assessore ai lavori pubblici Michele Alinovi. “Questa è la prima pietra, la prima luce accesa – ha continuato - nell'ambito di un percorso che prevede la riqualificazione di tutto il complesso, che diventerà un polo di attrattività urbana e sede della Fondazione “Parma UNESCO Creative City of Gastronomy”.
Il cantiere al San Paolo è in piena attività e, dopo gli interventi alla torre campanaria, sono previsti altri importanti lavori di recupero dell’intero  complesso. Il Comune di Parma, in questi anni, ha elaborato importanti progetti accreditati e sostenuti nell'ambito dei fondi Por Fesr Emilia – Romagna 2014 – 2020, ottenendo finanziamenti significativi pari a 3 milioni di euro, proprio per la riqualificazione del complesso di San Paolo come “Distretto della Cultura dell’Eccellenza Agroalimentare”.

I lavori di restauro della torre campanaria, la cui costruzione risale al 1690, s’inquadrano nell’ambito più generale della riqualificazione e valorizzazione dell’intero complesso monumentale dell’ex Convento di San Paolo, che diventerà nel medio termine un polo qualificato di attrattività urbana, mediante la valorizzazione e la messa a sistema delle funzioni culturali in essere, la realizzazione della sede della Fondazione “Parma UNESCO Creative City of Gastronomy, oltre alla collocazione di un’Agenzia per la 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto: da Parma nuovi voli verso Olbia

Ultime di Oggi
  • Sport

    Altro tonfo, il Parma perde partita e speranze di salvarsi

  • Cronaca

    Covid, salgono i contagi: quasi 200 in 24 ore

  • Cronaca

    Parma torna arancione: ecco cosa cambia da lunedì

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento