Cronaca

Ruba materiale dal cantiere e chiede 3mila euro per la restituzione

Denunciato per furto e tentata estorsione un 49enne residente a Parma e gravato da diversi precedenti di polizia

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Sorbolo Mezzani hanno denunciato per furto e tentata estorsione un 49enne residente a Parma e gravato da diversi precedenti di polizia. I fatti risalgono al 25 giugno quando, su richiesta della Centrale Operativa, la pattuglia ha effettuato un sopralluogo presso un cantiere in paese. Sul posto era presente il proprietario dell’immobile in ristrutturazione che ha riferito di aver subito il furto di contenitori di intonachino e altro materiale edile, presenti all’interno dell’area sino al giorno precedente, utilizzati per ultimare i lavori.

Ha mostrato ai militari delle immagini prese dalle telecamere di videosorveglianza del vicino di casa, mentre riprendevano un furgone di colore bianco che entrava in cantiere verso le ore 21:45 circa, prima di allontanarsi poco dopo. Attraverso il controllo delle videocamere dislocate nel Comune, è stato individuato il furgone che dopo essersi allontanato attraversava località Casale. Al termine degli accertamenti sulla targa, la pattuglia ha raggiunto l’abitazione del proprietario, identificato nel 49enne. Alla richiesta di chiarimenti circa la presenza nel cantiere ha riferito che la sera ha raggiunto il luogo insieme ad un dipendente solo per consegnare del materiale. Per verificare la veridicità di quanto detto è stato sentito il dipendente che ha confermato la presenza in cantiere e che mentre lui era intento a scaricare del materiale il titolare caricava sul furgone quanto asportato. La vittima del furto, il giorno successivo, ha integrato la denuncia riferendo che il 49enne chiedeva per la restituzione di quanto sottratto la somma di 3 mila euro, a suo dire, metà della cifra che l’assicurazione avrebbe rimborsato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba materiale dal cantiere e chiede 3mila euro per la restituzione

ParmaToday è in caricamento