menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubano bici in un condominio, un ladro scappa e va a sbattere con l'auto rubata: due arresti

Il sindaco di Sorbolo Nicola Cesari è intervenuto ed ha chiamato i carabinieri: a quel punto il conducente dell'auto sulla quale erano state caricate le bici appena rubate è partito, lasciando sul posto i due complici, fermati dai militari

Serata rocambolesca in pieno centro a Sorbolo: alcuni ladri di biciclette sono stati sorpresi da alcuni residenti mentre tentavano di rubare l'ennesima bici, ne è nata una discussione, terminata poi con l'arrivo del sindaco Nicola Cesari. Il conducente dell'auto sulla quale stava per essere caricata la bici è scappato, si è poi schiantato contro un muro, proseguendo la fuga a piedi. Erano da poco passate le ore 20.30 quando in via Pellico una residente ha visto due giovani forzare la catena di una bicicletta, parcheggiata nel cortile di un palazzo. I ladri stavano per caricare la bicicletta, alla quale avevano già smontato le ruote, in una Fiat Punto che all'interno aveva altre biciclette. La donna ha chiamato il proprietario della bici, un altro condomino che è sceso ed ha iniziato a discutere con i giovani. I ragazzi, per giustificarsi in un primo momento hanno detto di essersi sbagliati a caricare la bici: una seconda residente però, incuriosita dal rumore che veniva dal cortile, è scesa ed ha visto che nella Punto c'era la sua bici, che le avevano appena rubato. Sul posto è arrivato anche il sindaco che ha minacciato i giovani di chiamare i carabinieri: a quel punto il conducente dell'auto è partito, lasciando sul posto gli altri due complici. All'arrivo dei carabinieri di Sorbolo i due sono stati arrestati per furto aggravato: si tratta di un 18enne e di un 22enne, che ora si trovano nelle camere di sicurezza della Caserma, in attesa del processo per direttissima. Il conducente della Punto è scappato a tutta velocità ma si è perso tra le vie di Sorbolo e alla fine è andato a sbattere contro un muro. Il terzo giovane ha quindi proseguito la fuga a piedi: i carabinieri hanno sequestrato l'auto per cercare eventuali impronte. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Attualità

Scuola Bottego, piano allagato: gli alunni tornano a casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento