menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Leonardo, ex Tarasconi: 11mila mq di degrado a ridosso del quartiere

L'area nel luglio del 2007 fu distrutta da un incendio. Dopo la bonifica dall'amianto, nulla è cambiato. Un posto spettrale a pochi metri dalle case. I residenti: "Un luogo poco sicuro da cui stare alla larga"

Senza troppe parole basterebbero le immagini per definire lo stato di degrado e abbandono nel quale versa l'ampia area ex Tarasconi, in via San Leonardo. Cancello elettrico bloccato e aperto, assieme ai cancelletti laterali, accedere è facilissimo. Uno spettacolo inquietante, tra tetti in parte scoperchiati, vetri frantumati, calcinacci di muri sgretolati, porte divelte e resti di ogni genere. Per la sensazione di isolamento nonostante la vicinanza a complessi abitativi molto popolati, l'area si presta bene a incontri lontano da occhi indiscreti.

GUARDA LE IMMAGINI DELL'AREA


Bottiglie di alcolici sparse ovunque, siringhe, rifiuti e pareti in parte frantumate. "Un luogo poco sicuro da cui stare alla larga", come afferma una coppia di residenti che frequenta il campo cinofilo situato nei pressi dell'area dismessa. Fatiscente, abbandonato, accessibile senza alcun impedimento e frequentato, come dimostrato da resti di bivacchi come anche dalle scritte e dai graffiti che ricoprono quasi ogni anfratto. L'area di 11mila metri quadrati aveva subìto un incendio che ha messo la parola fine all'attività in quegli edifici nella notte tra il 21 e il 22 luglio del 2007.

A causa della presenza di pvc, si era inevitabilmente sversata nell'aria una nube di diossina altamente tossica. Successivamente all'incidente si erano resi necessari interventi di bonifica per la presenza di amianto nella struttura. Tanti i punti interrogativi, come l'ipotesi di matrice dolosa. Al di là delle dinamiche, però, ci si chiede se sia appropriato lasciare che versi in tali condizioni, in virtù delle evidenti frequentazioni e dei probabili rischi alla sicurezza, sia di chi ne frequenta i dintorni e di chi si inoltra all'interno, magari in mancanza di alternative abitative, vista la facilità di crolli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento