San Pancrazio, furto in villa: colti in flagranza due cileni 'esperti'

La polizia è intervenuta in un'abitazione dove erano stati notati movimenti sospetti, arrestati due irregolari senza fissa dimora: trovati proventi di altri furti, gioielli e una Mercedes classe A

Sono stati colti in flagranza di reato i due ladri che, nella mattinata di ieri, si erano introdotti in una villetta in zona San Pancrazio depredandola e mettendola a soqquadro in pochi minuti. Fondamentale per la cattura dei criminali la segnalazione alla Polizia da parte di una cittadina che aveva notato movimenti sospetti all'interno dell'abitazione. All'arrivo nei pressi della villetta, un equipaggio della Polizia si è introdotto passando dalla porta finestra per non farsi notare dai ladri. Una volta all'interno dell'abitazione si scorgevano provenire dal piano superiore chiari rumori dei due che, nella foga di arraffare quanto più possibile, avevano messo sottosopra l'abitazione in pochissimi minuti.

Fermati dalla Polizia, nell'ambito dell'operazione che ha visto la collaborazione tra Volanti e Squadra Mobile, i due malviventi sono stati colti con guanti e cacciaviti di grosse dimensioni in mano. Si tratta di B.G., classe 1978, e L.G., classe 1972, cittadini cileni senza fissa dimora, irregolari sul territorio nazionale, provenienti dall'hinterland milanese. Dalla fotosegnalazione in Questura è emerso che B.G. venne fotosegnalato 32 volte, fornendo 13 identità diverse, anche L.G. venne fotosegnalato e in passato fornì 3 identità diverse. Dalla perquisizione personale i due sono stati trovati in possesso di grande quantità di gioielli, tra anelli, collane, bracciali, spille, orologi. L'auto con cui si sarebbero poi dati alla fuga, una mercedes classe A, è risultata rubata a Brescia nel 2011. A destare particolare attenzione l'efferatezza con la quale i due agirono anche in quella occasione, approfittando di un momento di distrazione della proprietaria dell'auto che, all'uscita dal supermercato e dopo aver portato la spesa in macchina, si accinse a riconsegnare il carrello. In quegli instanti le venne rubata la borsetta con all'interno le chiavi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'interno dell'auto rubata la Polizia ha rinvenuto altri strumenti "del mestiere", tra cui un arnese che permette la forzatura dei cancelli elettrici. Tra gli oggetti anche un computer risultato rubato, una volta acceso e analizzato il contenuto, la Polizia è riuscita a risalire al proprietario, un cittadino algerino a cui era stata messa a soqquadro la casa depredandola dei valori con le stesse modalità utilizzate nella villetta a schiera a san Pancrazio. I due sono stati arrestati in attresa del giudizio di convalida per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Torna il volo Parma-Trapani

  • Il contagio si espande: 13 nuovi casi nelle scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento