Cronaca

San Secondo, l'ex Macello ristrutturato e dedicato a Giuseppe Verdi

La famiglia Coppini ha voluto aprire in anteprima l’ex-macello di San Secondo, ora Sinfonia di Sapori, in occasione del Bicentenario Verdiano e della Fiera della Spalla e della Fortanina, per dedicarlo al Maestro Verdi

La famiglia Coppini ha voluto aprire in anteprima l’ex-macello di San Secondo, ora Sinfonia di Sapori, in occasione del Bicentenario Verdiano e della Fiera della Spalla e della Fortanina, per dedicarlo al Maestro Verdi. Egli era, infatti, grande amante e appassionato cultore della “spalletta di quel santo” che era avvezzo omaggiare, anche spedendola “colla Ferrovia”, ai suoi più cari amici o eminenti conoscenti.

La struttura ospiterà una mostra permanente, collezione privata della famiglia Coppini, di fotografie di Villa Verdi a cura di Alberto Nodolini, con cui il fotografo Lucio Rossi ha saputo riportare il gusto raffinato e il piacere del Maestro per la cucina. L’ampio complesso architettonico, sotto la tutela della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici, dopo un importante restauro e risanamento conservativo, è aperto al pubblico nei giorni della fiera dalle ore 18.00.

È un grande onore per la mia famiglia – dice Ernesto Coppini - poter restituire al paese e a tutti gli appassionati che visiteranno le terre verdiane, questo importante bene architettonico durante la Fiera di agosto, per rendere omaggio alla “spalletta uso San Secondo”, eccellente prodotto della nostra terra, e al Maestro Verdi, che vogliamo ricordare anche in virtù del forte legame che aveva con il paese dei Rossi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Secondo, l'ex Macello ristrutturato e dedicato a Giuseppe Verdi

ParmaToday è in caricamento