rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Scappa in Francia ma era ai domiciliari: arrestato dopo due mesi

Il 23 maggio era stato sorpreso a rubare delle auto, poi aveva aggredito i militari

Non è durata a lungo la latitanza del 30enne di origini rumene che, il 23 maggio scorso, era stato sorpreso da una pattuglia del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Salsomaggiore Terme mentre tentava di rubare attrezzature dall’interno dell’officina di una nota concessionaria d’auto.

Una volta scoperto, il ladro aveva tentato di aggredire le guardie per provare a scappare, ma i militari erano riusciti a bloccarlo ed arrestato. Per lui era stata disposta la misura degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza in Tribunale, ma, nel corso della notte, era riuscito a scappare dall’abitazione rendendosi irreperibile. Secondo gli inquirenti, si trovava in Francia. Per questo motivo ha rimediato un’ulteriore denuncia per evasione.

Nel frattempo il Giudice del Tribunale di Parma ha convalidato l’arresto e disposto nei confronti del soggetto la misura cautelare in carcere ritenendola l’unica idonea a contenere l’indole violenta dell’imputato. Alla fine, ricercato dalle Forze dell’ordine e probabilmente non sapendo dove nascondersi, nella giornata di ieri, si è presentato presso il tribunale di Parma dove ha trovato ad attenderlo i Carabinieri di Salsomaggiore che lo hanno preso in consegna e condotto in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scappa in Francia ma era ai domiciliari: arrestato dopo due mesi

ParmaToday è in caricamento