menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scontri No-Tav, la parmigiana Marta Bifani resta in carcere

La 32enne era stata arrestata alla Maddalena di Chiomonte insieme ad altri tre attivisti in seguito agli scontri di domenica scorsa in Val di Susa. Il giudice per le indagini preliminari ha convalidato stamane i fermi

Il gip di Torino Federica Bompieri ha convalidato stamani gli arresti dei quattro attivisti coinvolti negli scontri di domenica scorsa in valle Susa. Arrestati alla Maddalena di Chiomonte, restano dunque nel carcere torinese delle Vallette Marta Bifani, 32 anni, di Parma, Salvatore Soru, 31 anni, di Maranello (Modena), Roberto Nadalini, 32 anni, di Modena, e Gianluca Ferrari, 33 anni di Marghera (Venezia).

LA SCHEDA DELLA DIGOS
Marta Bifani, 32 anni, vive a Mezzani in provincia di Parma. Ex impiegata, convinta animalista, è stata denunciata 10 volte. Coinvolta nell’indagine sul centro sociale di Bologna “Fuoriluogo”, è stata soltanto perquisita.

Salvatore Soru, 31 anni, originario di Sassuolo, residente a Maranello, metalmeccanico. Appartiene all’area anarco insurrezionalista. Già denunciato per accensione pericolosa e lancio di cose, istigazione a delinquere e tentata rapina in concorso.

Gianluca Ferrari, 33 anni, vive a Marghera, frequenta il centro sociale «Rivolta» Antagonista dell’area dei Disobbedienti, ex tuta bianca al fianco di Luca Casarini, è già stato denunciato 30 volte, l’ultima dopo un corteo contro Berlusconi

Roberto Nadalini, 32 anni, di Modena, facchino. E’ uno dei più attivi nel centro sociale bolognese Fuoriluogo. Denunciato 8 volte, è già stato in carcere. Domenica era nelle prime file sul pianoro della Maddalena, duarante la guerriglia contro le forze dell’ordine


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento