Cronaca

Seminò il panico in centro picchiando i passanti a caso: 39enne condannato a due anni

Il conducente di un'auto, dopo essere evaso dai domiciliari, prese a botte alcuni giovani in centro: tre finirono in ospedale

Aveva preso a pugni a caso alcuni passanti in centro, dopo essere evaso dagli arresti domiciliari. Un 39enne parmigiano è stato condannato a due anni di reclusione a conclusione del processo che lo vedeva imputato per un serie di reati legati alle aggressioni perpetrate ai danni di tre giovani, finiti in ospedale con diversi giorni di prognosi. Dopo la notte di follia l'allora 35enne venne trovato in auto in via Monte Penna, insieme alla fidanzata, anch'essa ferita. La donna, dopo averlo denunciato, ha ritrattato. Il giudice Giuseppe Monaco ha condannato il 39enne a 2 anni, accogliendo la richiesta del Pm Rino Massari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seminò il panico in centro picchiando i passanti a caso: 39enne condannato a due anni

ParmaToday è in caricamento