Welfare, Bertoletti risponde a Pizzarotti: "Servono interventi straordinari"

Paolo Bertoletti, segretario dello Spi Cgil di Parma invia una lettera al sindaco di Parma Pizzarotti in risposta alla lettera aperta diffusa dal primo cittadino: "Questa città dovrebbe ragionare sulle cause di quanto accaduto in via Maria Luigia"

Paolo Bertoletti, segretario dello Spi Cgil di Parma invia una lettera al sindaco di Parma Pizzarotti in risposta alla lettera aperta diffusa nei giorni scorsi dal primo cittadino puntando l'attenzione sul welfare e sulla situazione disperata di molti anziani della nostra città

LETTERA APERTA AL SINDACO DI PARMA. "Caro Sindaco, ho letto la Sua lettera ai cittadini. Mi sembra un bilancio troppo limitato rispetto ai bisogni. E ancora una volta scarsa attenzione al nostro welfare. Eppure questa città dovrebbe ragionare sulle cause di quanto accaduto in via Maria Luigia. Una persona “normale” come tanti, incensurato e con uno sfratto. Un raptus, e si trasforma in assassino perchè non ha 1000 euro per una caparra. Un episodio che non ci saremmo mai aspettati.. Eppure è successo. Provi a pensare quanti potenziali “criminali” con lo sfratto si aggirano per la nostra città. Saprà, come me, quanti anziani, e non solo, stanno subendo la crisi. Eppure qualcuno continua a pensare che i pensionati siano dei “privilegiati” perchè ancora hanno la certezza del reddito. Pochi , ma sicuri. Però quando sono troppo pochi la sfiducia e la disperazione possono diventare ingovernabili. In questi anni ho avuto modo di sottolineare a Lei e al Suo assessore questo rischio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La risposta è sempre stata la stessa. “Non abbiamo soldi e tanti debiti”. Come abbiamo visto nel bilancio preventivo si sceglie di penalizzare proprio il nostro sistema di welfare locale. I soldi i cittadini di Parma ne sborsano tanti. Più di altre città con servizi migliori. Ma se ci dimentichiamo delle persone, a partire da quelle più fragili e deboli Parma continuerà nella sua inarrestabile involuzione. Chi amministra una grande città non deve solo "fare il possibile", come sta tentando di fare, di tappare i buchi, di finire le opere avviate tempo fa. Ma deve essere anche capace di pensare in grande ad una comunità.Il “Palazzo” non deve fare solo manutenzione ordinaria. Deve mettere in campo interventi straordinari (e non si parla solo di risorse, ma di idee) per reagire alla crisi".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Sequestrati 70 chili di alimenti scaduti in un ristorante di Parma

  • Controlli anti Covid durante la movida: multe ad una cena 'privata' a Chiozzola

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

  • Influenza: a Parma il primo caso in un bimbo di 9 mesi

  • Coronavirus: a Parma 15 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento