rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Un anno da incubo per una 20enne tra minacce e pedinamenti: in manette il vicino di casa 31enne

Il giovane è stato arrestato in flagranza per stalking in un bar al Barilla Center, nuovo posto di lavoro dalla ragazza, costretta a lasciare quello precedente a causa sua. Il divieto di avvicinamento di aprile non è bastato: ora l'uomo è in carcere

Abitavano a pochi metri di distanza, in due palazzine diverse ma molto vicine, nel Comune di Brescello. Lui, un 31enne che viveva con i genitori: lei una 20enne che abita con i genitori ed ha vissuto un anno di minacce, soprusi, pedinamenti a causa delle attenzioni morbose del vicino di casa, arrestato pochi giorni fa davanti ad un bar al Barilla Center a Parma, colto in flagranza dai Carabinieri mentre metteva in atto comportamenti persecutori, dopo l'ennesima minaccia. Ora si trova nel carcere di via Burla, in attesa del processo. La vicenda ha inizio circa un anno fa quando il 31enne, che non aveva mai avuto nessuna relazione con la giovane, ha iniziato a chiederle insistentemente di uscire: ai rifiuti di lei rispondeva con sempre più veemenza. Dalle richieste insistente si è poi passati alle telefonate ripetute, alle minacce, agli inseguimenti da Brescello fino al posto di lavoro di lei, in un Centro commerciale a Parma. Il giovane disoccupato impiegava molto tempo a molestare la ragazza. Ad un certo punto i genitori di lei hanno deciso di parlare con i genitori del molestatore e, dopo questo tentativo, sembrava che le acque si fossero calmate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un anno da incubo per una 20enne tra minacce e pedinamenti: in manette il vicino di casa 31enne

ParmaToday è in caricamento