Stretta sui ritorni dall'estero: 570 tamponi in poche ore

Sono tantissimi i parmigiani, tornati da Malta, Croazia, Spagna e Grecia, che ieri si sono recati al dipartimento di Sanità pubblica dell'Ausl di via Vasari

Sono stati centinaia i parmigiani che nella giornata di ieri, lunedì 17 agosto, si sono recati al dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl di Parma di via Vasari per effettuare i tamponi, dopo essere tornati dalle vacanze. I turisti della nostra città che hanno trascorso un periodo di vacanza in Grecia, Spagna, Croazia e Malta infatti si sono sottoposti ai test, per verificare la positività o meno al Covid-19. Il tampone è obbligatorio, secondo la recente ordinanza della Regione Emilia-Romagna, per chi rientra da quei paesi.

Lungo via Vasari si sono create anche alcune code di auto: in poche ore sono stati effettuati 570 tamponi. Ora i parmigiani che si sono sottoposti ai test dovranno aspettare l'esito dei tamponi: la quarantena, secondo quanto stabilito dalle ordinanze, non è obbligatoria durante il periodo di attesa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione: ecco quando ci si può spostare da un comune all'altro per fare spesa

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento