Cronaca

Tagli ai disabili, la mamma di un figlio autistico: "Inammissibile non avere il sostegno"

Tagli ai servizi scolastici per disabili. Ecco la lettera di Bruna, la madre di un ragazzo autistico di 12 anni: "Con chi "dovrei prendermela"? Con il volontario (grazie, ma non lo vogliamo) o con il Comune o chi per lui che ha tolto la figura preparata e piena di passione nel proprio lavoro"

La protesta dei genitori di figli disabili in Comune

Tagli ai servizi scolastici per disabili. Ecco la lettera di Bruna, la madre di un ragazzo autistico di 12 anni. 

LA LETTERA DI UNA MAMMA. "Salve, sono la mamma di un ragazzo di 12 anni, meraviglioso e con un po' di autismo. Come mamma sono sempre stata pronta a fare dei sacrifici, di passioni e di vita, per seguire mio figlio ma non avere il supporto nel sostegno a scuola, questo sacrificio non e' ammissibile. E' un diritto intoccabile, si andrebbe ad intaccare la riuscita scolastica e i progressi raggiunti nella scuola e nelle autonomie. Capisco che, per chi non ha ragazzi con difficolta', queste parole possono essere superficiali, ma vi giuro che per noi e' stata "una grande festa" quando e' riuscito a soffiarsi il naso in autonomia. La figura dell'educatore al fianco dei ragazzi con difficolta' e' indispensabile, perché preparati ed indispensabili per il rendimento scolastico, per la loro autonomia e per la loro sicurezza. Se dovesse succedere qualcosa a mio figlio, con chi "dovrei prendermela"? Con il volontario (grazie, ma non lo vogliamo) o con il Comune o chi per lui che ha tolto la figura preparata e piena di passione nel proprio lavoro. I tagli non si fanno sulle persone ma su cose materiali. Bruna Stocchi" 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli ai disabili, la mamma di un figlio autistico: "Inammissibile non avere il sostegno"

ParmaToday è in caricamento