menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tangenti, Iren: "Tuteleremo la nostra immagine"

La multiutility come parte lesa aveva già nominato un proprio legale di fiducia e si era costituita parte civile nell'ambito dell'inchiesta 'Green Money' condotta dalla Procura di Parma

Iren Emilia (la multiutility è nata dalla fusione di Enia e Iride) come parte lesa aveva già nominato un proprio legale di fiducia e si era costituita parte civile nell'ambito dell'inchiesta 'Green Money' condotta dalla Procura di Parma. Lo ricorda in una nota la società, dopo aver appreso che un proprio dirigente è stato raggiunto da un provvedimento di custodia cautelare. Iren Emilia - prosegue la nota - "nell'esprimere piena fiducia nell'operato della magistratura, adotterà tutti i provvedimenti per tutelare i propri interessi e la propria immagine".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento