menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tares, Pizzarotti dall'Anci: "Si potrebbe arrivare a un insurrezione"

Sulla Tares - la nuova tassa su rifiuti e servizi - si potrebbe arrivare a una ''insurrezione'' secondo il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, che è da poco arrivato alla riunione del direttivo Anci a Milano

"Sulla Tares - la nuova tassa su rifiuti e servizi - si potrebbe arrivare a una ''insurrezione'' secondo il sindaco Federico Pizzarotti, che è da poco arrivato alla riunione del direttivo Anci a Milano. Nei giorni scorsi il presidente dell'associazione dei Comuni, Piero Fassino, aveva spiegato che se non ci sarà la compensazione della prima rata dell'Imu sono a rischio gli stipendi.

"La questione non riguarda il Comune di Parma - guidato dal sindaco del Movimento 5 stelle - ma realtà più piccole. Pizzarotti però ammette che alla lunga c'è il rischio di trovarsi in una incertezza generale riguardo a tutti i servizi. E poi c'è il tema Tares che sarà ''difficilissimo - ha detto - per tutti''. ''Ci sarà - ha aggiunto - un'insurrezione. Le imprese non potranno scaricare l'iva'' ci saranno, secondo Pizzarotti, aumenti per tutti, cose ''senza senso'' considerando anche che si finirà per usarla ''sole tre mesi perché poi arriverà la service tax, della serie: come complicarsi la vita''.

L'IMU? 'TASSA INIQUA CHE NON DOVEVA ESSERE ABOLITA'. "L'Imu è una tassa ''iniqua'' che non doveva essere abolita, secondo il sindaco Federico Pizzarotti, ma diventare ''progressiva in base al reddito e alle dimensioni''. A questa questione che si trovano ad affrontare i Comuni c'è poi la ''Tares che dà il colpo di grazia''. ''I problemi sono due - ha spiegato a margine dell'ufficio di presidenza dell'Anci a Milano -, l'Imu dal mio punto di vista è iniqua, ma la soluzione non è abolirla, è renderla progressiva molto più legata ai redditi e alle dimensioni dell'abitazione''. ''L'Imu è il primo tassello - ha aggiunto - e la tares darà il colpo di grazia''.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

  • Attualità

    Mercateinfiera rinnova l'appuntamento ad ottobre 2021

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento