Traversetolo, tragedia sfiorata a scuola. Interrogazione del leghista Corradi

Ieri in un'aula della primaria D'Annunzio si è verificato il distacco di un'ampia porzione di intonaco del soffitto che è caduta sul pavimento. La scuola, che fortunatamente era vuota al momento del fatto, è stata immediatamente chiusa.

Il territorio del Comune di Traversetolo rientra tra le aree interessate dall’evento sismico che causò notevoli danni in diversi Comuni montani e pedemontani del parmense. Dopo il sisma, la scuola di Traversetolo venne ispezionata dai tecnici della competente Commissione Regionale, la quale dichiarava l’agibilità della struttura, prevedendo al contempo interventi di consolidamento.

Nella giornata di ieri, all’apertura della scuola, gli studenti ed il personale scolastico si avvedevano che in un’aula si era verificato il distacco di un’ampia porzione dell’intonaco del soffitto, dello spessore di 3-4 centimetri, che era caduta sul pavimento dell’aula. La scuola è stata immediatamente chiusa.

Sulla vicenda è intervenuto il consigliere regionale della Lega Nord, Roberto Corradi, il quale ha presentato un’interrogazione alla Giunta, con la quale chiede se i tecnici incaricati di verificare l’agibilità della scuola di Traversetolo avevano provveduto a sincerarsi della stabilità dell’intonaco dei soffitti delle aule, ed altresì le motivazioni che fino ad oggi hanno impedito l’avvio dei lavori di consolidamento della struttura scolastica. Il consigliere del Carroccio ha anche chiesto di conoscere i tempi previsti per la realizzazione degli interventi finalizzati alla messa in sicurezza della scuola, e le soluzioni adottate per assicurare la continuità scolastica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul tema è intervenuto anche il consigliere leghista del Comune di Traversetolo, Simone Dall’Orto, autore a sua volta di un’interpellanza comunale, per il quale: “Solo la buona sorte ha evitato gravi conseguenze agli alunni; se il distacco dell’intonaco del soffitto fosse avvenuto in orario di lezione, le conseguenze avrebbero potuto essere imprevedibili.  Mi chiedo con quale criterio sia stata dichiarata l’agibilità della struttura, e perché fino ad ora non siano stati effettuati gli interventi di consolidamento previsti.”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, Venturi: "Sistema al collasso se a Parma i contagi non diminuiscono"

  • Coronavirus: in arrivo una nuova certificazione

Torna su
ParmaToday è in caricamento