Trecasali, 77enne muore nell'incendio di un campo in via Grande

Un uomo è morto a causa di un incendio che si è sviluppato, per cause ancora da accertare, in un grosso campo a Trecasali, in via Grande. La vittima di 77 anni è Giovanni Azzi: stava cercando di spegnere le fiamme

Un uomo è morto a causa di un incendio che si è sviluppato, per cause ancora da accertare, in un grosso campo a Trecasali, in via Grande. L'uomo si chiamava Giovanni Azzi e sarebbe intervenuto nel tentativo di fermare il rogo che, complice il vento, stava interessando alcune sterpaglie e diverse rotoballe in un campo adiacente alla sua abitazione.

L'agricoltore, che aveva anche delle difficoltà di deambulazione, è rimasto avvolto del fumo e dalle fiamme e non è riuscito a fuggire in tempo morendo così carbonizzato. Ad assistere alla scena la moglie, anche lei uscita di casa per aiutare a fermare le fiamme. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento