Montechiarugolo, attuavano la 'truffa dello specchietto': fermati in due

Due nomadi sono stati deferiti dai carabinieri che li hanno colti in flagranza di reato mentre tentavano di farsi dare 150 euro da un automobilista per farsi ripagare di un danno mai causato

I carabinieri di Monticelli Terme hanno denunciato due nomadi con l'accusa di truffa dopo averli colti in flagranza di reato. I due sono stati fermati a San Geminiano di Montechiarugolo mentre stavano attuando la cosiddetta 'truffa dello specchietto'. Il meccanismo del raggiro è questo: individuata la vittima a bordo di un'auto, i truffatori lanciano un sasso di norma in corrispondenza dello specchietto destro della vettura. Poi inseguono l'auto e, con clacson e abbaglianti, la inducono a fermarsi. Successivamente spiegano all'ignaro conducente che pochi secondi prima questi ha provocato la rottura dello specchietto e l'automobilista si convince del fatto perchè collega il rumore del sasso a quello di un urto che in realtà non c'è mai stato.

Dopo l'ennesima truffa, i militari hanno colto sul fatto i due, un adulto e un minore, che avevano chiesto a un automobilista la somma di 150 euro per ripagare il finto danno. In questa occasione l’ignaro automobilista, non avendo l’intera somma richiesta, aveva proposto ai due di recarsi con lui da un suo amico per dargli la restante somma di 100 euro, indicando che si trovava vicino alla Caserma dei carabinieri, ma i truffatori per non avvicinarsi troppo alla sede delle forze dell’ordine si erano accontentati di soli 50 euro, non prevedendo,  tuttavia, che i militari li tenevano già sotto osservazione ed erano appena giunti lì.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri invitano le eventuali vittime (che ancora non hanno sporto denuncia) di questa tipologia di truffa, subita dall’inizio del 2012 tra i territori di Montechiarugolo, Traversetolo e Parma (solo frazioni “Botteghino” e “Marano”), a recarsi presso la Stazione Carabinieri di Monticelli Terme in via Ponticell1, n. 1 a Montechiarugolo (PR).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento