Cronaca

Usano un'auto come ariete per sfondare la saracinesca di un bar: denunciati un 26enne e un 32enne

I carabinieri hanno ricostruito il furto grazie alle immagini delle telecamere ed hanno identificato i due malviventi

Avevano utilizzato un'auto come ariete per sfondare la saracinesca di un bar e rubare la macchina cambiamonete. Due giovani di Reggio Emilia, un 26enne e un 32enne, sono stati denunciati per furto dai carabinieri di Langhirano che, al termine di alcune indagini, sono riusciti ad identificare i due malviventi. Grazie alle immagini delle telecamere i militari hanno accertato che più di due persone erano arrivate a bordo di un'auto senza targa. Mentre uno dei ladri era rimasto in strada, armato di un bastone, faceva da palo all'interno gli altri hanno portato a termine il furto. 

Dalla visione delle immagini i carabinieri hanno verificato che poco dopo il furto alle ore 2 l'autovettura senza targa è uscita da Langhirano, preceduta da un’altra autovettura scura con il compito di staffetta. Dal numero di targa del veicolo si è risaliti al 32enne. Ulteriori accertamenti eseguiti sulle immagini delle telecamere dei giorni precedenti hanno fatto emergere che il 32enne a bordo di un’autovettura diversa da quella utilizzata per la staffetta - sempre intestata a lui - ha eseguito un sopralluogo allo scopo di monitorare il luogo designato ed il percorso.

Con quanto scoperto si è sviluppato uno scambio d’informazioni con i reparti che hanno proceduto per le medesime tipologie di furto con spaccate. Dallo scambio info- operativo è emerso che il 32enne insieme al 26enne avevano effettuato dei furti in altri territori. Dall’analisi dei tabulati telefonici si è riusciti a collocare i due insieme a Langhirano in quanto i cellulari utilizzati hanno agganciato i ponti dei gestori telefonici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usano un'auto come ariete per sfondare la saracinesca di un bar: denunciati un 26enne e un 32enne

ParmaToday è in caricamento