menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Europa, la pista ciclabile pericolosa e in stato di abbandono

Mancano le protezioni e le strisce di attraversamento sono da tempo scomparse, a causa dell'usura del manto stradale. Inoltre il percorso è disseminato di rifiuti e tombini sono intasati e ricoperti da ramaglie

Le sterpaglie ormai secche la invadono, rendendo poco piacevole il tragitto. L'asfalto danneggiato è diventato irregolare. Sono innumerevoli le lattine, le bottiglie, i resti di copricerchioni, e ogni altro genere di cose accumulate nel tempo, frutto spesso dell'inciviltà di chi preferisce lanciare i rifiuti dal finestrino, senza troppi scrupoli. I tombini sono intasati e ricoperti da ramaglie e da sporcizia datata. Si presenta così la pista ciclabile di via Europa, nell'incrocio con via Ghirarduzzi.

Non si tratta, purtroppo, per i ciclisti di un problema unicamente relegato al degrado e ai disagi nella percorrenza. Ancor più significativo l'aspetto legato alla sicurezza. La pista ciclabile è delimitata unicamente da un bordo di cemento alto una decina di centimentri. Trattandosi di una via particolarmente frequentata, con passaggi continui soprattutto di mezzi pesanti come camion, una distrazione, anche di pochi secondi, di un mezzo ad alta velocità, sarebbe fatale per chi si dovesse trovare a percorrere la pista in quel momento, in particolare nei pressi della rotonda.

GUARDA LA FOTOGALLERY


L'assenza di protezioni e segnalazioni visive non è l'unico indicatore della scarsa sicurezza. Infatti, continuando a percorrere il tratto, in prossimità dell'attraversamento della rampa d'immissione alla tangenziale, le strisce  pedonali sono da tempo scomparse, a causa dell'usura del manto stradale e di mancati interventi di rifacimento della segnaletica orizzontale. Si tratta di un collegamento importante e di un passaggio obbligato per chi debba recarsi nel quartiere artigianale Moletolo. Indispensabile un intervento di risistemazione e bonifica della zona, per permettere di fruire dei percorsi ciclabili in modo sicuro e piacevole, in qualunque zona della città, senza più differenze palesi come questa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento