menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Mazzini, tra locali abbandonati e minacce - I commercianti: "Più forze dell'ordine"

Dopo l'accoltellamento del ventiduenne mercoledì scorso alcuni commercianti raccontano la loro esperienza e il loro senso di insicurezza. Paura anche da parte degli anziani, a volte minacciati da capannelli di ragazzi

Spazi commerciali abbandonati, angoli sporchi e poche persone in giro. Così si presenta la Galleria Bassa dei Magnani un qualsiasi pomeriggio. Al piano superiore, in via Mazzini, via vai di persone che aspettano il bus o scendono per andare in centro, negozi frequentati e traffico più o meno intenso. Abbiamo chiesto alle persone e ai commercianti come si sentono dopo l'accoltellamento avvenuto mercoledì ai danni di un ragazzo di 22 anni. Qualcuno ha assistito alla scena e spera di non dover assistere più uno simile gesto. "Sangue ovunque - raccontano - polizia che faceva le foto con i calzari ai piedi nella zona del litigio. Notizie di un ragazzo che girava armato di coltello e minacciava i presenti in strada".

Alcuni spiegano di non sentirsi affatto sicuri, già prima che il fatto avvenisse. "Più volte abbiamo chiamato le forze dell'ordine per segnalare episodi di minacce e danneggiamento verso i negozi, ma nessuno è venuto". Spiegano alcuni dei commercianti di via Mazzini. "Furti di bici o di merce sono all'ordine del giorno e il più delle volte siamo noi stesi a inseguire i ladri o a far posare la refurtiva a chi la sottrae, e sono quasi solo giovanissimi".

bivacco-2

Qualche signora dice di non sentirsi sicura e che a volte dei capannelli di ragazzi hanno insultato gli anziani di passaggio senza motivo. Sotto le vetrine di alcuni negozi si possono notare anche spuntoni che impediscono alle persone di sedersi, nel piano inferiore della galleria cartelli che ricordano la proprietà privata degli spazi condominiali.

"Il sabato, soprattutto quando piove, é impossibile passare sotto ai portici e dai bus scende chiunque - continuano alcuni commercianti -  I giovani fanno capannello e sporcano in ogni angolo senza ritegno o senso civico. Noi abbiamo anche paura di dirgli qualcosa visto che a volte abbiamo subito dei danni. Vogliamo più sicurezza, ci sentiamo abbandonati anche dall'amministrazione comunale. Servono polizia e carabinieri che passeggiano lungo le strade, non solo vigili urbani a fare le multe".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

  • Cronaca

    Covid: novanta nuovi casi e un decesso

  • Attualità

    Vaccino: entro fine mese in arrivo 354mila dosi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento