rotate-mobile
Cronaca Centro / Strada Giuseppe Mazzini

Viaggio in via Mazzini, tra negozi sfitti e telecamere: "Non ci sentiamo tutelati"

Dopo le aggressioni dei giorni scorsi abbiamo trascorso un pomeriggio tra le gallerie del centro: tra spazi abbandonati, giovanissimi che si ritrovano sulle scale e divieti. Il racconto e le voci dei commercianti e dei passanti

viamazzini14-2

"Quello che è successo sabato pomeriggio è sconvolgente, anche perchè nessuno è intervenuto e tutti sono rimasti a guardare. Se ci fossi stata io non sarei rimasta con le mani in mano" ci racconta una ragazza di una trentina d'anni che si è fermata per mandare un messaggio, proprio alla fermata dell'autobus dove è avvenuta l'aggressione al 44enne. "Non credo che il problema sia da imputare alla presenza di questi ragazzi in questa specifica via ma al fatto che in generale i giovani non hanno più valori e non sanno cosa fare, come divertirsi. L'idea che il più violento vinca e abbia successo all'interno di una compagnia è bullismo e va trattato come tale". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viaggio in via Mazzini, tra negozi sfitti e telecamere: "Non ci sentiamo tutelati"

ParmaToday è in caricamento