Picchia la moglie e cambia la serratura di casa: condannato a 2 anni e 6 mesi

Un 42enne parmigiano dopo pochi mesi dal matrimonio ha cominciato a usare violenza fisica e psicologica contro la consorte, arrivando a lasciarla in strada: dovrà pagare anche 13mila euro di provvisionale

Alla fine l'ha lasciata fuori dalla porta di casa ed ha cambiato la serratura. E' l'epilogo della vicenda cha ha coinvolto una coppia di coniugi parmigiani e che ha portato alla condanna del marito a due anni e sei mesi di reclusione, oltre al pagamento di un provvisionale di 13mila euro. Oltre al cambio della serratura l'uomo, un 42enne, ha usato violenza fisica e psicologica contro la moglie dopo pochi mesi dalle nozze. La donna ha fatto denuncia dopo il cambio della serratura di casa. Le violenze sono continuate anche quando la moglie era incinta.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento