menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cinghio Sud, protesta di Rifondazione dopo il caso di Chikungunya: "Siamo abbandonati"

Dopo il caso del residente che ha contratto il virus Chikungunya e la disinfestazione d'emergenza del Comune il circolo Geymonat torna a parlare dei problemi del quartiere: "Siamo cittadini di serie B"

Dopo il caso del residente del quartiere Cinghio che ha contratto il virus Chikungunya, provocato dalla presenza della zanzara tigre e la disinfestazione di emergenza promossa dal Comune di Parma nelle tre notti da sabato 23 a lunedì 25 agosto il circolo Geymonat di Rifondazione Comunista denuncia l'abbandono del quartiere che, già nel periodo di Ubaldi e di Vignali, 

"Ci ritroviamo purtroppo costretti a denunciare -si legge in una nota- la situazione che il quartiere Cinghio sud deve sopportare per l'ennesima volta, oltre che ad essere ancora l'unica zona della città a non avere la protezione antirumore sul tratto tangenziale e ad essere ancora trascurati dai piani regolatori che negli anni non hanno mai previsto un concreto intervento di rivalutazione della zona ora, vediamo subire (come subisce tutta la città) il pesante effetto dell'infestazione di zanzare tigre. A nostro parere l'intervento volto a debellare questo problema deve essere pubblico e esteso: a tutta la città. Ci sembra paradossale che da sempre questa tematica sia stata considerata di secondo ordine e oggi, dopo che si è verificato un caso di virus Chikungunya causato proprio da questi insetti si è corso ai ripari con una disinfestazione d'emergenza. Questi episodi sarebbero dovuti essere evitati da sempre (amministrazione Ubaldi ,Vignali e ora Pizzarotti). Chiediamo all'Amministrazione Comunale di Parma che la disinfestazione contro la zanzara tigre, dopo questo episodio e perchè non si ripeta, diventi di competenza pubblica e si cominci finalmente a prendere in considerazione le problematiche dei cittadini di periferia che sono parmigiani di serie B". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

  • Attualità

    Mercateinfiera rinnova l'appuntamento ad ottobre 2021

  • Cronaca

    Il Giro d'Italia passa da Parma

  • Attualità

    Meteo: ecco che tempo farà nel week end del 1° Maggio

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento