"Decreto crescita: quasi 3 milioni di euro a Parma per lo sviluppo sostenibile"

Cavandoli e Campari (Lega): “La Lega sostiene l’economia e gli enti locali”

“L’entrata in vigore del Decreto crescita porta agli enti locali altri 500 milioni per il risparmio energetico e lo sviluppo sostenibile. In provincia di Parma arriveranno quasi 3 milioni e ne beneficeranno tutti i 44 comuni del territorio. Il Governo punta con decisione sullo sviluppo attento alla qualità dell’Ambiente”, lo dicono i parlamentari parmigiani della Lega Laura Cavandoli e Maurizio Campari in riferimento all’entrata in vigore del Decreto Sviluppo.

“Dopo i 400 milioni stanziati dal Governo nella Legge di bilancio per la manutenzione di scuole e strade nei comuni sotto i 20.000 abitanti, le risorse per la videosorveglianza e quelle per le province, queste nuove risorse dimostrano l’attenzione del Governo per gli enti locali per anni messi in difficoltà dai Governi di Centrosinistra con le loro politiche di austerità. La Lega invece conosce l’importanza per i cittadini di tutti i comuni, anche più piccoli, e li sostiene indipendentemente dal colore politico”, spiegano i parlamentari del Carroccio.

Il D.L. 30 aprile 2019, n. 34, è in vigore dal 1° maggio. Le risorse sono stanziate in base al numero di abitanti: per Parma sono previsti 210 mila euro, mentre per Fidenza 130.000. Agli altri comuni della provincia che hanno almeno 20 mila abitanti, sono attribuiti 90 mila euro, 70 mila euro a quelli fino a 10 mila abitanti, ai più piccoli ne spetteranno invece 50 mila.

I Comuni beneficiari del contributo saranno tenuti ad iniziare i lavori entro il 31 ottobre 2019.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Le risorse – concludono Cavandoli e Campari - potranno essere spese dai comuni per migliorare l’efficienza energetica dell'illuminazione pubblica e degli edifici di proprietà pubblica, l'installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili oppure per lo sviluppo territoriale sostenibile, compresi interventi in materia di mobilità sostenibile, nonché interventi per l'adeguamento e la messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici, del patrimonio comunale e per l'abbattimento delle barriere architettoniche”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

  • Coronavirus, a Parma otto nuovi casi: nessun decesso in tutta la regione

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

Torna su
ParmaToday è in caricamento