Figli di coppie gay, Pizzarotti attacca Fontana: "Si metta il cuore in pace, Parma è la città dei diritti"

Il Ministro ha annunciato lo stop ai riconoscimenti: "Se doveste continuare su questa strada, invece di rendere più chiare le modalità di riconoscimento, in modo ragionato ma fermo alzeremo la nostra voce"

Il sindaco di Parma e leader di Italia in Comune Federico Pizzarotti commenta le dichiarazioni del Ministro Fontana, fatte in Commissione Affari sociali della Camera, sullo stop al riconoscimento dei figli delle coppie gay. Ecco il post del primo cittadino 

Per anni Lega e 5 Stelle continuavano a dirci che ci sono priorità più grandi rispetto ai diritti dei singoli, che bisogna guardare le cose che contano veramente. Oggi scopriamo che le cose che contano veramente sono limitare i diritti dei singoli, come se un diritto in meno a te volesse dire qualcosa in più a me.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Caro Ministro, si metta il cuore in pace: #Parma è città dei diritti, e noi continueremo a difenderli. Se doveste continuare su questa strada, invece di rendere più chiare le modalità di riconoscimento, in modo ragionato ma fermo alzeremo la nostra voce e faremo presente che togliere un diritto al singolo non vuol dire automaticamente vivere in un mondo migliore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus: il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

  • Coronavirus, Venturi: "Sistema al collasso se a Parma i contagi non diminuiscono"

  • Coronavirus: in arrivo una nuova certificazione

Torna su
ParmaToday è in caricamento