Inceneritore, mano ai documenti per individuare le criticità del Paip

Iniziano i lavori della Commissione Ambiente. Si ricomincia a spulciare tra la documentazione e gli atti relativi all'inceneritore per "individuare le criticità nell'iter procedurale che ha portato alla realizzazione del Paip"

Si ricomincia a spulciare tra la documentazione e gli atti relativi all'inceneritore per "individuare le criticità nell'iter procedurale che ha portato alla realizzazione del Paip". E' quanto annunciato da Fabrizio Savani - presidente della 5° commissione consiliare, Ambiente - che questo pomeriggio ha spiegato le tappe di un lavoro da sviluppare in tre sedute, fino al 15 giugno, quando verrà presentato il documento finale da portare in Consiglio.

Oggi, nel corso della prima riunione, c'è stato tempo solo per l'analisi di un punto già oggetto dell'ultima sentenza del Tar: se l'inceneritore è un'opera pubblica o un'opera privata di interesse pubblico. La questione è rilevante perché in questo secondo caso ci sarebbe stato bisogno di un permesso per la costruzione che però non è mai stato trovato tra gli atti, come conferma anche la dirigente comunale Donatella Signifredi, la quale, proprio in base a queste considerazioni nel luglio del 2011 aveva proceduto a bloccare il cantiere.

Il Tar, in realtà, ha risolto il problema con una sentenza in cui spiega come in effetti il Paip sia un'opera privata (dal momento che il forno, come il terreno, sono di proprietà di Iren) di interesse pubblico. Ma nella stessa sentenza si precisa anche che il permesso di costruzione da parte del Comune è stato implicito dal momento che nel corso dell'ultima conferenza di servizi in cui il Comune era presente ed ha approvato la conformità urbanistica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La prima seduta si è conclusa con queste valutazioni a cui se ne aggiunge una finale: la commissione, fortemente voluta dalla maggioranza, ha visto la partecipazione attiva dei consiglieri di opposizione e l'assenza di uno dei primi sostenitori della commissione stessa, il consigliere 5 stelle Mauro Nuzzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento