rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Politica

Laura Cavandoli: "Parma solidale? C'è gente che dorme in strada"

La deputata e capogruppo della Lega in Consiglio comunale: "La maggior parte di chi arriva in Italia per vie non legali, non ha alcun titolo per stare qui e si ritrova senza casa, lavoro, prospettive"

"Circa una settimana fa - sottolinea Laura Cavandoli deputata e capogruppo della Lega in Consiglio comunale a Parma nella sua comunicazione urgente in aula - al termine dei lavori dedicati al Piano urbanistico generale, sindaco e assessore all’Urbanistica consegnavano alla stampa locale l’immagine di una Parma di domani “Solidale, verde, attrattiva”. Nelle stesse ore e per giorni alcuni cittadini pakistani con i sacchi a pelo stazionavano e dormivano sul marciapiede in via Cavestro.

In una città e in un Paese che pretendano di definirsi civili nessuno dovrebbe vivere in strada, dormire sotto i ponti, abitare in edifici occupati e degradati, bivaccare nelle strade e nelle piazze.La maggior parte di chi arriva in Italia per vie non legali, non ha alcun titolo per stare qui e si ritrova senza casa, lavoro, prospettive.

Nei salotti, nelle istituzioni, sui giornali si parla molto di accoglienza e solidarietà, ma poi la gran parte dei disperati che arrivano finiscono così: abbandonati a loro stessi, costretti ad arrangiarsi o a gravare su un sistema di welfare che ormai non basta nemmeno più a sostenere le nostre famiglie già messe in ginocchio dalla crisi o spesso a ingrossare le file della criminalità di strada o organizzata. In Italia deve entrare solo chi ha diritto e gli deve essere assicurata una prospettiva di vita dignitosa. Nel frattempo però, bisogna evitare che ci siano persone che stanno notte e giorno strada per ricordare a tutti che le belle parole non bastano più". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laura Cavandoli: "Parma solidale? C'è gente che dorme in strada"

ParmaToday è in caricamento