menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Daniele Faggiano - foto D. Fornari

Daniele Faggiano - foto D. Fornari

Parma, contatto con Peluso, piace sempre Silvestre

Summit tra il ds Faggiano e il tecnico D'Aversa rientrato a Parma per il raduno che precede il ritiro. Il difensore accetterebbe il trasferimento. Riallacciati i discorsi con Viviani della Spal

In attesa di notizie confortanti che riguardano Luigi Sepe - portiere vicino ai crociati -, il Parma continua a guardarsi intorno per rinforzare la squadra. A proposito di portieri non è tramontata l'idea che porta a Scuffet. Il raduno di Collecchio (5 e 6 luglio) sarà propedeutico al ritiro che darà il via alla stagione in maniera ufficiale. Incombe sempre l'ombra dei deferimenti, attesi per questa settimana dal club e da Emanuele Calaiò, convocato regolarmente per il ritiro di Prato allo Stelvio. Segno che la società è dalla sua parte e, soprattutto, che crede nella buona fede del calciatore, autore di una leggerezza che ha rallentato il mercato crociato. Mercato al centro dei discorsi di Roberto D'Aversa e Daniele Faggiano. Tecnico e ds si sono visti a cena lunedì sera per parlare della nuova stagione e fare il punto sulle situazioni intavolate con le altre squadre. In mezzo a questo discorso c'è ancora Matias Silvestre, difensore argentino che la Samp ha scaricato e con il quale il Parma aveva chiuso prima dell'indagine sul caso sms aperta dalla Procura Federale. Faggiano era riuscito a trovare l'accordo con la Samp e con il giocatore inserendo nel contratto anche una clausola che prevedesse, in caso di retrocessione in Serie B, un ingaggio da 500 mila euro. Cosa che aveva rallentato la trattativa 'costringendo' il giocatore a riflettere. Ma il Parma non ha certo mollato la presa ma più che alla Spal, Faggiano deve stare attento al Cagliari che si è inserito nella trattativa e fa sul serio. Silvestre rescinderà il contratto con i doriani perché non rientra più nei piani di Giampaolo e il Parma non è l'unica a fare la corte al giocatore già bloccato qualche settimana fa. Per questo Faggiano si sarebbe portato avanti con Federico Peluso. Il classe '84 ha un contratto con il Sassuolo fino al 2020 e bisogna trovare la formula più comoda per il Parma che spera in un prestito con diritto di riscatto a favore. L'ingaggio dell'ex Juventus non sarebbe un ostacolo, il problema sarebbe più del Sassuolo che deve trovare il sostituto. Intanto si monitora anche Federico Viviani, centrocampista della Spal: la società vorrebbe venderlo a titolo definitivo, avendo speso 2,5 milioni di euro per riscattarlo. Il probabile arrivo di Valdifiori lo spingerebbe lontano dalla società biancazzurra che però vuole monetizzare dalla sua cessione. Difficile che il Parma si prenda la briga di pagare il suo cartellino. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento