rotate-mobile
CALCIOMERCATO E RITIRO

Il Parma mette Leris nel mirino

L'esterno della Samp, in uscita, piace a Pecchia. Per Cambiaghi c'è qualche difficoltà: l'Atalanta vuole valutarlo e potrebbe cederlo solo a fine ritiro

Giornata di assoluto riposo in Val di Pejo per il Parma. Dopo la sgambata di ieri in altura (una partitella in famiglia conclusa senza gol) Fabio Pecchia ha scelto di dare alla squadra un giorno di relax trascorso dai calciatori nella splendida località trentina. Una visita al Monte Vioz, che fa parte del complesso del Gruppo dell'Ortles Cevedale, teatro di alcuni scontri della Prima Guerra Mondiale combattuta a 3.500 metri. La cosiddetta Guerra Bianca, durante la quale molti giovani del vecchio impero Austro-Ungarico hanno difeso i confini dagli assalti degli 'italiani'. Montagne piene di storia e custodi di segreti e storie terribili.

Quello che una volta era il fronte, oggi è pieno di residui di trincee, pezzi di bombe e prioiettili ritrovati e custoditi al museo di Pejo, uno dei pochi luoghi di raccolta della cosiddetta "Guerra sulla porta", chiamata così perché gli abitanti di Pejo si sono ritrovati in casa la battaglia. Si è voluto rimarcare la vicinanza e il senso di coinvolgimento di una guerra immane che ha cambiato la storia dell'umanità. Ai piedi della catena montuosa uno splendido rifugio Doss de Cembri, ha accolto visitatori, appassionati, turisti e anche tifosi del Parma fermatisi ad ammirare il panorama e a godersi lo spettacolo offerto dalla natura. Sempre con il pallone in testa, così come la squadra accomagnata dal direttore sportivo Mauro Pederzoli e dal suo braccio destro Massimiliano Notari. Dalla natura al campo. Il Parma da domani è atteso da un'altra settimana di fatica, sempre con un occhio al mercato. 

Da domani si ricomincerà a lavorare a ritmo di doppie sedute, fino all'amichevole di Ponte di Legno, calendarizzata per sabato contro la Samp. A proposito di Sampdoria, piace Medhi Leris, esterno l'anno scorso al Brescia indicato da Pecchia come un possibile rinforzo per l'esterno, ruolo chiave nel suo gioco. Il mancato arrivo di Zanimacchia e le difficoltà di arrivare a Cambiaghi, calciatore che l'Atalanta lascerà eventualmente solo a fine ritiro, hanno spinto i dirigenti crociati a guardare in casa Samp dove c'è di mezzo la situazione legata a Grassi e alla quale - da oggi - si aggiunge anche quella legata a Medhi Leris. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Parma mette Leris nel mirino

ParmaToday è in caricamento