Milan - Parma 2-1 | Paletta sbaglia porta, Balo no, Sansone non basta

Dopo 10' l'italo argentino spreca una buona occasione perché il suo destro da buona posizione esce a lato. Al 39' con un autogol inganna Pavarini. La chiude Balo su punizione al 33', inutile il gol del "tedesco"

Gabriel Paletta - Tm News Infophoto

Nel Parma che non ha nessuna voglia, e paura, di vedere il Milan attaccare, c'è subito intenzione di dimostrare che a San Siro non è spettatore. E che Donadoni questa partita l'ha preparata bene. «Occorre che ci sia l'apporto di tutti per fare una buona partita» - aveva detto in conferenza stampa. Dopo 20' sembra proprio aver ragione perché Mesbah, preferito a Gobbi, e Rosi, arginano bene le avanzate di Niang e Boateng, con Valdes che sembra stufo di critiche e decide di mettersi a fare quello che sa, cioè sventagliare puntuali palloni per Amauri e Sansone, mobilissimo. Montolivo nell'altro 4-3-3, guida le redini di un Milan che non sempre riesce a trovare Balotelli.

IL MATCH - Merito del centrocampo gialloblù e del "rinculo" delle punte esterne che creano densità in fase di non possesso. E in attesa dei marziani del Barcellona, Allegri deve scacciare il fantasma di Donadoni che rischia di materializzarsi almeno un paio di volte, prima con Paletta che sciupa da ottima posizione la palla del vantaggio, mostrando di essere un difensore a tutti gli effetti, poi con Amauri su una volata di Biabiany, ma la difesa rossonera, tutt'altro che impavida, si salva anche quando il colpo di testa dell'italo brasiliano viene neutralizzato da Abbiati. Il Milan capisce che non è serata da guardarsi allo "specchio" e Allegri mette mano al modulo e indietreggia Boateng in cabina di regia dietro alle creste di Balo e Niang. Qualcosa cambia, ma non tanto nel gioco quanto nel risultato perché Paletta, nel giorno del suo compleanno, decide di fare un regalo al Milan, e in scivolata insacca nella sua porta un cross di Boateng.

LE PAGELLE

Accusato il colpo, il Parma rientra in campo timido come gli succede da un paio di partite a questa parte. Boateng cerca di chiudere la gara ma apre il compasso più del dovuto e manda fuori. Visto che il Boa è stato clemente, Donadoni sa di dover approfittare e si affida alla tecnica di Ninis. Ma senza invertire la rotta perché il Milan prende campo e non lo lascia più. Solo Amauri cercsa a di essere pericoloso ma non ci riesce e lascia spazio a Belfodil. Che ha poco da chiedere a una partita caratterizzata, nel bene e nel male, da un Paletta gentilissimo quando affonda Balotelli e gli lascia la scena. Non si fa pregare e insacca da 25 metri. Ma Montolivo non è da meno e "maledice" Pavarini che gli impedisce di arrotondare. E Sansone si conferma piede caldo con le grandi, ma questa volta non basta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento